28 gennaio 1945, la “marcia della morte” dei generali italiani

Nel gennaio dell’ultimo anno di guerra, l’avanzata dell’Armata Rossa verso la Germania era ormai inarrestabile e le forze tedesche non aveva più la forza di contrastare lo strapotere sovietico. Il 27 gennaio 1945 le truppe sovietiche avevano raggiunto il principale campo di sterminio tedesco quello di AuschwitzBirkenau e svelato al mondo l’orrore della “soluzione finale”. I soldati del Terzo Reich nel loro movimento di ritirata spostavano verso la Germania anche i moltissimi prigionieri di guerra delle varie nazioni detenuti nei lager siti principalmente in Polonia.

Fra di essi anche moltissimi militari italiani catturati a seguito dei tragici avvenimenti dell’armistizio dell’8 settembre 1943 e del tracollo delle Forze Armate italiane che portò nei lager nazisti circa 800 mila militari italiani. Con l’avvicinarsi ai campi delle forze russe i tedeschi costringevano i loro prigionieri, ad iniziare nel freddissimo inverno polacco delle marce che dovevano portarli a ovest in nuove strutture, movimenti che a causa del gran numero di morti che si verificavano durante le stesse, per fame freddo o percosse vennero non a caso definite

Il 28 gennaio 1945, durante una di queste “marce della morte”, venivano trucidati dai soldati tedeschi ben sei generali italiani. Lo stesso giorno la tragica sorte toccava anche ad un altro generale italiano che, dopo essere riuscito a fuggire dalla colonna dei prigionieri, finì ucciso da una pattuglia sovietica. Potete leggere l’articolo completo seguendo il link sottostante:

28 gennaio 1945, strage di generali italiani nei lager tedeschi in Polonia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.