1 febbraio 1939, fondazione della divisione corazzata Ariete

Il 15 luglio 1937 venne costituita a Milano la 2ª Brigata corazzata, inizialmente composta dal 3º Reggimento bersaglieri, a cui si aggiunsero nel novembre 1938 l’8º Reggimento bersaglieri e il 32º Reggimento fanteria carrista. Il 1º febbraio 1939 la Brigata venne disciolta e da essa nacque una nuova unità a livello divisionale. Dopo aver incorporato… Read More 1 febbraio 1939, fondazione della divisione corazzata Ariete

La prima Medaglia d’Oro al Valor Militare della seconda guerra mondiale

Il 10 giugno del 1940 Mussolini annunciava dal balcone di palazzo Venezia a Roma, l’entrata in guerra del Regno d’Italia contro la Gran Bretagna e la Francia. Già il giorno seguente in Africa settentrionale le veloci autoblindo inglesi dell’11° reggimento ussari della 7ª divisione corazzata, varcarono il confine e attaccarono una colonna italiana scortata da… Read More La prima Medaglia d’Oro al Valor Militare della seconda guerra mondiale

80 anni fa, nasceva la divisione corazzata Ariete

Il 1° febbraio del 1939, esattamente 80 anni fa nasceva una delle piu’ gloriose divisioni del Regio Esercito, la 132ª divisione corazzata Ariete. L’origine del reparto risale al 15 luglio 1937 quando venne formata a Milano la 2ª Brigata corazzata, inizialmente composta dal 3º Reggimento bersaglieri, a cui si aggiunsero nel novembre 1938 l’8º Reggimento… Read More 80 anni fa, nasceva la divisione corazzata Ariete

“Carri Ariete combattono” La fine della gloriosa divisione corazzata

«Carri nemici fatta irruzione sud Divisione Ariete. Con ciò Ariete accerchiata. Trovasi circa 5 chilometri nordovest Bir el Abd. Carri Ariete combattono!» Fu questo l’ultimo drammatico radiomessaggio inviato dai corazzati della divisione Ariete alle 15,30 del 4 novembre 1942, poco prima di essere annientati dall’VIII armata britannica, nel corso dell’ultima decisiva battaglia che si svolgeva… Read More “Carri Ariete combattono” La fine della gloriosa divisione corazzata

Militari che non si arresero: Udino Bombieri e i suoi lancieri

“Capocarro e vice comandante di plotone, ricevuto l’ordine di abbandonare il proprio semovente ormai inutilizzato da una perforante germanica, già ferito, ordinava al marconista e al pilota di lasciare il semovente e rimaneva sotto le raffiche nemiche per inutilizzarlo completamente. Colpito nuovamente da schegge di granata non abbandonava il carro fino a che non era… Read More Militari che non si arresero: Udino Bombieri e i suoi lancieri