27 maggio 2001, l’A.N.A. riconosce gli alpini della R.S.I.

Il 27 maggio 2001 a oltre cinquantasei anni dalla fine della seconda guerra mondiale veniva annullata da parte dell’A.N.A. l’Associazione Nazionale Alpini, la discriminazione di carattere soprattutto politico nei riguardi degli alpini che avevano combattuto nelle file delle Forze Armate della Repubblica Sociale Italiana. Quel giorno vieniva approvata una delibera che andava in questo senso:… Read More 27 maggio 2001, l’A.N.A. riconosce gli alpini della R.S.I.

Firenze 15 aprile 1944 “Questo lo manda la giustizia popolare!” L’assassinio di Giovanni Gentile

«l’assassinio di Gentile fu una carognata ingiusta e vigliacca. Gentile non era fascista». Che gli antifascisti furono dei «cacasotto» perché «uccisero un grande e inerme filosofo mentre non ebbero il coraggio di sminare i ponti di Firenze che i tedeschi avevano minato» Così parlava in una lettera ritrovata anni dopo la sua morte e resa… Read More Firenze 15 aprile 1944 “Questo lo manda la giustizia popolare!” L’assassinio di Giovanni Gentile

9 febbraio 1944, il giuramento dell’Esercito della Repubblica Sociale Italiana

”Giuro di servire e difendere la Repubblica Sociale Italiana nelle sue istituzioni e nelle sue leggi, nel suo onore e nel suo territorio, in pace e in guerra, fino al sacrificio supremo. Lo giuro dinanzi a Dio e ai Caduti per la unità, l’indipendenza e l’avvenire della Patria” Con questa formula, il 9 febbraio 1944,… Read More 9 febbraio 1944, il giuramento dell’Esercito della Repubblica Sociale Italiana

27 gennaio 1946, il suicidio del generale Tito Agosti

Era il 27 gennaio 1946, da circa otto mesi si era concluso ufficialmente in Europa il più spaventoso conflitto che la storia dell’umanità avesse mai conosciuto, la seconda guerra mondiale, quando il generale Tito Agosti, si tolse la vita nel carcere militare di Forte Boccea a Roma. Nato il 19 agosto 1889 a Morrovalle in… Read More 27 gennaio 1946, il suicidio del generale Tito Agosti

Tarnova 19 gennaio 1945, inizia la battaglia per Gorizia

Nel tardo pomeriggio del 18 gennaio 1944, consistenti forze di partigiani slavi, con una temperatura di dieci gradi sotto lo zero, iniziavano la manovra d’approccio a Tarnova, centro pressoché spopolato, ma di grande valore strategico nella Selva, che di fatto dominava la strada statale 307 Gorizia-Aidussina. Dalla sua base di Ottelza (oggi Otlica) ed attraverso… Read More Tarnova 19 gennaio 1945, inizia la battaglia per Gorizia

Medaglie d’Oro della 2ª Guerra Mondiale – Sottotenente CARLO BAGNARESI – Castino (Cuneo), 15 novembre 1944

Nome e cognome Carlo Bagnaresi Data e luogo di nascita Castelbolognese (Ravenna), 27 maggio 1927 Forza armata Esercito Nazionale Repubblicana Arma Fanteria Corpo Fanteria di Marina Unità 3ª Divisione fanteria di marina “San Marco” Reparto II Battaglione, 6º Reggimento fanteria di marina “San Marco”, Grado Sottotenente di complemento, comandante del l° Plotone della 6ª Compagnia… Read More Medaglie d’Oro della 2ª Guerra Mondiale – Sottotenente CARLO BAGNARESI – Castino (Cuneo), 15 novembre 1944

13 novembre 2019, al Sacrario di Bari vengono seppelliti 27 militari della R.S.I.

Esattamente il 13 novembre di due anni fa, al Sacrario dei caduti d’oltremare di Bari, venivano seppelliti i poveri resti di ventisette militari italiani, i cui corpi erano stai recuperati nel maggio precedente in una fossa comune in Croazia e precisamente nel cimitero di Ossero, sull’isola di Lussino. I corpi sono stati tumulati con solenne… Read More 13 novembre 2019, al Sacrario di Bari vengono seppelliti 27 militari della R.S.I.

2 novembre 1944 cade dopo 23 giorni la Repubblica partigiana di Alba

Il 2 novembre 1944, dopo soli ventitre giorni dalla sua costituzione, la Repubblica partigiana di Alba, a seguito dell’attacco di circa mille uomini della Repubblica Sociale italiana appartenenti alla Guardia Nazionale Repubblicana, alle Brigate Nere di Torino e Cuneo, al I reparto “Arditi Ufficiali” ai battaglioni “Lupo” e “Fulmine”, oltre ai gruppi di artiglieria “Da… Read More 2 novembre 1944 cade dopo 23 giorni la Repubblica partigiana di Alba

26 ottobre 1943, al bersagliere Stefano Rizzardi viene assegnata la prima Medaglia d’Oro della Repubblica Sociale

Il 26 ottobre 1943, il Governo della neocostituita Repubblica Sociale Italiana, nata dopo i tragici giorni seguito all’armistizio fra Regno d’Italia e potenze alleate reso noto l’8 settembre 1943, conferiva ad un proprio soldato la prima Medaglia d’Oro al Valor militare. La più alta onorificenza militare italiana venne assegnata al diciassettenne sergente Stefano Rizzardi inquadrato… Read More 26 ottobre 1943, al bersagliere Stefano Rizzardi viene assegnata la prima Medaglia d’Oro della Repubblica Sociale

16 ottobre 1943, la deportazione degli ebrei del Ghetto di Roma

“i recenti avvenimenti italiani – recitava il messaggio – impongono una immediata soluzione del problema ebraico nei territori recentemente occupati dalle forze armate del Reich” Con queste parole che non lasciavano spazio a dubbi, Heinrich Himmler ministro dell’interno e comandante delle forze di sicurezza della Germania nazista e teorico della soluzione finale della questione ebraica,… Read More 16 ottobre 1943, la deportazione degli ebrei del Ghetto di Roma