“Se i profughi si fermano… lo sciopero bloccherà la stazione” Bologna 18 febbraio 1947, il treno della vergogna

Verso le ore 12 di martedì 18 febbraio 1947, un treno merci stipato di uomini, donne e bambini provenienti dalle martoriate terre istriane, dalmate e del Quarnaro, si apprestava a fare scalo, dopo un lungo e faticoso viaggio, alla stazione di Bologna. Pronti ad accogliere i nostri sfortunati connazionali, c’erano la Pontificia Opera di Assistenza… Read More “Se i profughi si fermano… lo sciopero bloccherà la stazione” Bologna 18 febbraio 1947, il treno della vergogna

No Foibe, No Party: a Genova i nostalgici di Tito scrivono un altra pagina vergognosa

“Genova è piena di adesivi e manifesti con la delirante scritta ‘No Foibe, no party’, su cui svetta il simbolo di Azione Antifascista. L’ennesimo atto di oltraggio e negazionismo nei confronti del tentativo di pulizia etnica perpetrata dai Partigiani Comunisti titini in Istria e Dalmazia contro gli italiani”. Con queste parole, il deputato Massimiliano Panizzut… Read More No Foibe, No Party: a Genova i nostalgici di Tito scrivono un altra pagina vergognosa

30 marzo 2004, viene istituita il Giorno del Ricordo

Con la legge 30 marzo 2004 n. 92 il governo Berlusconi II istituì il Giorno del Ricordo, in memoria delle vittime delle foibe e dell’esodo di istriani, fiumani e dalmati. Non è stato possibile calcolare con precisione colore che vennero coinvolti in quei tragici avvenimenti, ma si stima che il numero dei morti sia vicino… Read More 30 marzo 2004, viene istituita il Giorno del Ricordo