3 agosto 1940, gli italiani attaccano il Somaliland

Nostre colonne hanno varcato in diversi punti la frontiera della Somalia britannica. Con questa unica e semplice riga nel bollettino di guerra n° 59 del 7 agosto 1940, in Italia la popolazione veniva a conoscenza dell’attacco scattato dai territori dell’Impero da parte delle truppe del Vicerè Amedeo d’Aosta, il precedente 3 agosto 1940, contro il… Read More 3 agosto 1940, gli italiani attaccano il Somaliland

Pillole di Seconda Guerra Mondiale: 3 luglio

1940 – Africa Orientale Italiana. Forze britanniche attaccano il presidio italiano di Metemma, località situata al confine con il Sudan. La Regia Aeronautica Bombarda nuovamente Aden nello Yemen. 1940 – Operazione Catapult. Una squadra navale britannica attacca la flotta francese ancorata a Mers-el-Kébir, in Algeria, affondando diverse navi. 1941 – Fronte orientale. Per la prima… Read More Pillole di Seconda Guerra Mondiale: 3 luglio

Amba Alagi 17 maggio 1941, la resa del Duca di Aosta e dei suoi valorosi soldati

“Nell’Africa orientale il presidio dell’Amba Alagi, dopo aver resi­stito oltre ogni limite, ridotto ormai senza viveri e senza acqua, nella impossibilità materiale di curare i feriti, ha avuto ordine di cessare la lotta. Nella battaglia dell’Amba Alagi si sono particolar­mente distinti il gruppo Carabinieri Reali Amba Alagi, la compa­gnia arditi Toselli, la compagnia mortai da… Read More Amba Alagi 17 maggio 1941, la resa del Duca di Aosta e dei suoi valorosi soldati

6 aprile 1941, la resa della capitale dell’Impero

Il 3 aprile 1941 il Governo centrale e i vertici militari abbandonavano Addis Abeba, capitale dell’Africa Orientale Italiana e il 5 lo sgombero della città era praticamente completato. Il 6 aprile 1941 circa cinque anni dopo la proclamazione dell’Impero le truppe inglesi occupavano la capitale abbandonata dalle nostre truppe il giorno precedente e un generale… Read More 6 aprile 1941, la resa della capitale dell’Impero

2 aprile 1941, l’ultima missione della Regia Marina in Africa Orientale

La Regia Marina schierava nei territori dell’Africa Orientale Italiana poche unità e per di più di vecchia costruzione soprattutto per quanto riguardava le unità di superficie, che poco potevano incidere sullo svolgimento della guerra contro l’Impero britannico che controllava sulla costa africana il Somaliland, l’Egitto e il Sudan e sulla costa asiatica molti territori della… Read More 2 aprile 1941, l’ultima missione della Regia Marina in Africa Orientale

27 marzo 1941 Cheren si arrende dopo strenua resistenza

Dopo sei set­timane di ininterrotta sanguinosa battaglia, le truppe nemiche hanno occupato Cheren. La battaglia continua nelle immediate vicinanze.  Così il bollettino del quartier generale delle forze armate, informava la nazione della fine dopo 56 giorni di eroica battaglia, della fine della resistenza delle nostre truppe impegnate a Cheren. La battaglia iniziata il 2 gennaio… Read More 27 marzo 1941 Cheren si arrende dopo strenua resistenza

Addis Abeba 19 febbraio 1937, l’attentato a Graziani e la successiva rappresaglia

Il 19 febbraio 1937 presso il Piccolo Ghebì imperiale, residenza del Vicerè italiano ad Addis Abeba, capitale dell’A.O.I. Africa Orientale Italiana, viene organizzata una cerimonia per celebrare la nascita del primogenito di Umberto, Vittorio Emanuele di Savoia. Alla cerimonia sono presenti le più alte autorità civili e militari italiane fra cui il Vicerè Rodolfo Graziani,… Read More Addis Abeba 19 febbraio 1937, l’attentato a Graziani e la successiva rappresaglia

Cieli dell’A.O.I. 11 febbraio 1941, l’estremo sacrifico del “cacciatore scientifico”

«Superbo figlio d’Italia, eroico, instancabile, indomito, su tutti i cieli dell’impero stroncava la tracotanza dell’azione aerea nemica in 50 combattimenti vittoriosi durante i quali abbatteva 16 avversari e partecipava alla distruzione di 32 aerei, nell’attacco contro munitissime basi nemiche. In cielo ed in terra era lo sgomento dell’avversario, il simbolo della vittoria dell’Italia eroica protesa… Read More Cieli dell’A.O.I. 11 febbraio 1941, l’estremo sacrifico del “cacciatore scientifico”