La fucilazioni di quattro agenti infiltrati dalla Repubblica Sociale Italiana

Il 30 aprile del 1944 nella cava di pozzolana di Sant’Angelo in Formis (Caserta) con grande coraggio ed esemplare serenità affrontarono la morte, quattro giovani volontari della Repubblica Sociale Italiana. Erano un milanese, un romano, un napoletano, uno aquilano, vennero fucilati dagli inglesi dopo essere stati sorpresi in azione di spionaggio dietro le linee alleate.… Read More La fucilazioni di quattro agenti infiltrati dalla Repubblica Sociale Italiana

28 aprile 1945, la strage partigiana di Rovetta nel bergamasco

“Io ho perso non solo la guerra, ma la mia città, la mia Dalmazia. Avevo giurato di vincere o di morire. Una guerra si può perdere, ma con onore, non servendo ed ossequiando il nemico. Noi non abbiamo tradito! Viva il Duce, viva l’Italia!”. Tenente Giuseppe Mazzoni  1^ Legione M d’Assalto “Tagliamento” della G.N.R. Siamo… Read More 28 aprile 1945, la strage partigiana di Rovetta nel bergamasco

Milano 26 aprile 1945, la Decima non si arrende, smobilita

Il 26 aprile 1945, all’indomani dell’insurrezione generale partigiana la città di Milano presentava un aspetto desolante, abbandonata dalle autorità civili e militari. Mussolini e il governo della Repubblica Sociale, infatti alle 20 della sera prima avevano lasciato il capoluogo milanese in un convoglio militare, alle cui testa si era posto Alessandro Pavolini. Segretario del Partito… Read More Milano 26 aprile 1945, la Decima non si arrende, smobilita

75 anni fa, i GAP colpiscono a Firenze “Non uccido l’uomo ma le sue idee!”

Il 15 aprile due gappisti fiorentini, Bruno Fanciullacci e Antonio Ignesti, dopo un attento e meticoloso lavoro di studio delle abitudini e degli orari della vittima, si appostarono nei pressi della Villa di Montalto al Salviatino, dove colui che era oggetto del vile attentato che i due stavano per compiere, si stava avvicinando, privo come… Read More 75 anni fa, i GAP colpiscono a Firenze “Non uccido l’uomo ma le sue idee!”

La strage partigiana di Malga Bala

Ieri abbiamo trattato l’eccidio delle Fosse Ardeatine episodio ai più conosciuto in quanto celebrato e commemorato come giusto che sia ogni anno. Oggi parleremo invece di una strage compiuta dai partigiani titini il giorno successivo e che probabilmente pochissimi conoscono. Furono coinvolti 12 ex Carabinieri Reali inquadrati nella Guardia Nazionale Repubblicana al servizio del governo della… Read More La strage partigiana di Malga Bala

Eugenio Curiel e il Fronte della Gioventù

Il 24 febbraio del 1945, a due mesi dalla fine della guerra in Italia, a Milano in piazzale Beccaria, veniva ucciso Eugenio Curiel. Era stato riconosciuto da un delatore e dopo un breve inseguimento ucciso da militi fascisti Eugenio, si trattava del capo della più estesa organizzazione giovanile partigiana nota come “Fronte della Gioventù”. Eugenio Curiel… Read More Eugenio Curiel e il Fronte della Gioventù

“Io non permetterò che una banda di traditori mi processi…”

La seconda guerra mondiale era finita, almeno per quanto riguardava l’Europa da ormai otto mesi, le porte del campo di concentramento di Coltano in provincia di Pisa, in cui erano stati rinchiusi i militari della Repubblica Sociale Italiana catturati dagli eserciti alleati, si stavano schiudendo per quasi per tutti i prigionieri quando si consumò il… Read More “Io non permetterò che una banda di traditori mi processi…”

Il C.S.T. il Corpo di Sicurezza Trentino

L’8 settembre del 1943, veniva reso pubblico l’armistizio fra il Regno d’Italia e le potenze alleate, firmato il precedente 3 settembre a Cassibile in provincia di Siracusa. I tedeschi che avevano previsto la cosa dettero alle varie fasi del piano d’invasione del territorio italiano non ancora raggiunto dalle forze alleate. Per vicinanza geografica il Trentino… Read More Il C.S.T. il Corpo di Sicurezza Trentino

Si chiude a Verona il processo ai “traditori” del 25 luglio 1943

75 anni fa, l’11 gennaio del 1944, si chiudeva con la fucilazione di cinque imputati, sui sei alla sbarra il processo iniziato tre giorni prima nei locali di Castelvecchio a Verona, dove erano comparsi coloro che nella riunione del Gran Consiglio del Fascismo, del 25 luglio precedente votarono a favore dell’ordine del giorno Grandi. Ordine… Read More Si chiude a Verona il processo ai “traditori” del 25 luglio 1943