Pillole di Seconda Guerra Mondiale: 14 gennaio

1940 – Crittologi britannici della “Scuola governativa di codici e cifra” di Bletchley Park decifrano per la prima volta il sistema tedesco Enigma, grazie all’aiuto di esperti polacchi

1941 – Grecia. Il generale inglese Wavell e il maresciallo dell’aria Longmore sono ad Atene, ove esaminano situazione e prospettive con il premier greco Metaxas e il comandante in capo dell’esercito ellenico generale Papagos

1942 – A Washington termina la Conferenza dell’Arcadia tra americani e britannici. Viene fra le altre cose decisa l’istituzione di un comitato congiunto dei Capi di Stato Maggiore per coordinare lo sforzo bellico anglo-americano

1942 – Fronte orientale. Nel settore centrale, i sovietici riconquistano Medyn, sul fiume Medynka, a nord-ovest di Kaluga

1943 – Fronte orientale. Nel settore di Vitebsk, le truppe del Fronte occidentale al comando del futuro maresciallo dell’Unione Sovietica Vasilij Danilovič Sokolovskij raggiungono la ferrovia Vitebsk-Polock.

1943 – Si apre la Conferenza di Casablanca cui partecipa il presidente americano Roosevelt e il primo ministro inglese Churchill, assistiti dai rispettivi Capi di Stato Maggiore. Stalin il terzo “Grande”, non può intervenire in quanto trattenuto a Mosca dalle operazioni militari essendo in pieno svolgimento la decisiva battaglia per il controllo di Stalingrado.

1943 – Fronte orientale. Nella grande sacca di Stalingrado, le armate sovietiche si impadroniscono dell’aeroporto di Pitomnik, il più importante del perimetro difensivo tedesco. Più a est, l’Armata Rossa sfonda le linee della 2ª armata ungherese sul Don, dove rimane in prima linea solo il Corpo d’Armata alpino italiano.

1944 – Fronte orientale. L’Armata Rossa inizia l’offensiva sul fronte di Leningrado e Novgorod.

1944 – Italia. Viene proclamata la socializzazione delle aziende, uno dei punti fondamentali del programma del fascismo repubblicano. Con questo ritorno di Mussolini “alle origini”, il regime tenta di assicurarsi l’appoggio delle masse operaie del Nord, ma il progetto fortemente avversato da industriali e tedeschi, rimarrà quasi esclusivamente sulla carta.

1944 – Estremo Oriente. Il presidente Roosevelt, in una lettera a Chiang Kai-shek, chiede che questi impegni le forze dello Yunnan contro i nipponici che occupano la Birmania, in concomitanza con un’offensiva dei britannici dall’India.

1945 – Fronte occidentale. Nel settore della 3ª armata USA, la 17ª divisione aviotrasportata dell’VIII corpo conquista Bastogne.

1945 – Ungheria. Prosegue violentemente la dura battaglia per il controllo di Budapest fra le forze armate tedesche supportate da circa 110 mila ungheresi e l’Armata Rossa. La città cadrà solo il 13 febbraio dopo la distruzione di gran parte dei reparti accerchiati, quando ormai gran parte del territorio ungherese era in mano sovietica.

Fonte: Salmaggi e Pallavisini – 2194 giorni di guerra. Cronologia 2^ Guerra Mondiale e Wikipedia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.