14 agosto 1944, l’assassinio del capitano dei Carabinieri Filippo Casini

Il 14 agosto 1944 veniva fucilato, seguito dalla moglie, che volle condividerne il triste destino, il capitano dei Carabinieri Reali di Pola, Filippo Casini. Trentenne, genovese, era da poco coniugato con la venticinquenne Luciana. Gli venne conferita la Medaglia d’Argento al Valor Militare “alla memoria” e leggendo la motivazione, vi accorgerete che essa lascia intendere che ad arrestarlo, processarlo e fucilarlo sia stato il “nemico invasore” tedesco, in realtà a fucilarlo furono i partigiani comunisti del futuro maresciallo Tito.

Comandante di Compagnia territoriale e poi di Gruppo in territorio nazionale conteso e preteso dal nemico, difese con coraggio pari alla fede nei destini della nazione i sacrosanti diritti della Patria. Nella imminenza di decisiva azione bellica, seguito dal reparto che aveva saputo preparare all’audace impresa, passò in campo aperto contro il nemico invasore. Arrestato e processato per la sua ferma e coraggiosa affermazione dei diritti della Patria su quella regione, affrontò in compagnia della sua giovane moglie, l’estremo sacrificio, con la dignità propria degli spiriti grandi che suggellano col sangue la fedeltà ad un’idea, la dedizione alla Patria.
Bainsizza del Carso (TS) 14 agosto 1944

Come ricordato dal Generale Antonino Neosi, Capo Ufficio Storico dell’Arma dei Carabinieri nel corso del Giorno del Ricordo del 2022, saranno oltre 250 gli uomini dell’Arma uccisi nelle maniere più efferate, dai partigiani jugoslavi. Il primo di essi sarà il maresciallo Sebastiano Costanzo, comandante della stazione dei carabinieri di Comeno (che oggi è in Slovenia, a pochi chilometri da Trieste) il giorno successivo alla dichiarazione di armistizio dell’8 settembre 1943. Questa è la storia del Capitano Casini:

Partigiani italiani fucilati dai titini; il capitano dei Carabinieri Filippo Casini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.