Notte sul 26 luglio 1941, la morte del “padre” del Siluro a Lunga Corsa

“Nel luglio scorso gli italiani hanno condotto un attacco con grande decisione per penetrare nel porto, impiegando MAS e “siluri umani” armati da “squadre suicide (…). Questa impresa ha richiesto le più alte doti di coraggio personale”

Così il vice governatore dell’isola di Malta, sir Edward Jackson scriveva il 4 ottobre 1941 ricordando l’episodio dell’ardito tentativo di forzamento del porto de La Valletta nella notte fra il 25 e 26 luglio 1941, effettuato dagli incursori della X MAS. In quella operazione che si risolse in un disastro perderanno la vita, fra gli altri il Maggiore del Genio Navale Teseo Tesei, il padre dell’S.L.C. il Siluro a Lunga Corsa protagonista dell’impresa di Alessandria nel dicembre 1941.

Questa è la cronaca di uno dei giorni più neri nella gloriosa Storia della X Flottiglia MAS, l’operazione Malta 2 ancora a oggi il singolo fatto d’arme per il quale sono state conferite il maggior numero di Medaglie d’oro al Valor militare (1 a vivente e 8 alla memoria):

Operazione Malta 2, il disastroso assalto al porto di La Valletta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.