14 gennaio 1923, viene istituita la M.V.S.N. “al servizio di Dio e della Patria italiana”

Con la legge n. 31 del 14 gennaio 1923, re Vittorio Emanuele III decretava la nascita della Milizia Volontaria per la Sicurezza Nazionale. Essa nasceva dall’esigenza del Partito Nazionale Fascista, appena giunto al potere, al seguito della “marcia su Roma” del precedente 28 ottobre 1922, di irreggimentare le squadre d’azione trasformandole in una vera e propria milizia riconosciuta dallo Stato anche se i suoi reparti giurarono almeno all’inizio fedeltà solo al Capo del Governo, in contrasto con l’obbligo di giuramento al sovrano.

14 gennaio 1923, viene istituita la Milizia Volontaria per la Sicurezza Nazionale

La M.V.S.N, verrà sciolta ufficialmente dal Governo Badoglio il 6 dicembre 1943, anche se molti dei suoi reparti schierati nell’Italia settentrionale e centrale, in Francia e nei Balcani avevano già aderito alla Repubblica Sociale Italiana, assorbiti dalla Guardia Nazionale Repubblicana. Nella sua storia la Milizia prese parte alle guerre d’Etiopia, di Spagna e a tutte le campagne della seconda guerra mondiale lamentando oltre 14 mila caduti. Ai suoi valorosi reparti verranno assegnati 57 conferimenti alla bandiera, tra cui 20 Ordini militari di Savoia mentre le onorificenze individuali saranno di 90 Medaglie d’Oro, 1.232 Medaglie d’Argento, 2.421 Medaglie di Bronzo e 3.658 Croci di Guerra.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.