21 dicembre 1940, muore sulla Vojussa il pluridecorato asso dei “picchiatelli” Andrea Brezzi

Il 21 dicembre 1940 donava la vita alla Patria combattendo durante la campagna di Grecia nella zona della Vojussa, il pluridecorato “asso” della Regia Aeronautica tenente di complemento Andrea Brezzi, pilota della specialità Bombardamento a Tuffo. Per il suo valoroso comportamento nell’ultima missione, con Regio decreto del 14 settembre 1941, Brezzi sara’ decorato di Medaglia d’Oro al Valor Militare alla memoria con la seguente motivazione:

«Valentissimo pilota da caccia e da bombardamento in picchiata, primo in ogni più rischiosa impresa, combattente entusiasta e generoso, attaccava ripetutamente con micidiale sicurezza, nel corso di numerosi ed aspri combattimenti, i nemici della Patria nel cielo d’Africa. Sul fronte greco, partito volontario per una ardita missione che era già costata il sacrificio di un altro valoroso pilota, portava il suo velivolo fino a pochi metri dal suolo e si avventava con estrema decisione sul nemico, mitragliandolo. Sottoposto alla violentissima reazione dell’avversario che provocava un principio d’incendio al suo velivolo e, accortosi che il tiro del nemico si concentrava sull’apparecchio del gregario, con sublime cameratismo si slanciava ancora una volta sulle batterie nemiche annientandole con le ultime raffiche delle sue armi. Riportatosi in quota noncurante dei disperati cenni dei gregari di affidarsi al paracadute, si dirigeva, per non darsi prigioniero, verso le linee nazionali, ma, nel disperato tentativo di conservare se stesso e il velivolo alla Patria per gli altri cimenti, in un difficile atterraggio, l’apparecchio s’infrangeva al suolo incendiandosi.

Cielo di Albania, 21 dicembre 1940.»

Questa è la storia di Andrea Brezzi decorato con una medaglia d’Argento e due di bronzo e un breve un breve riassunto dell’impiego dei “picchiatelli” gli Ju 87 nelle fila della Regia Aeronautica:

Vojussa 21 dicembre 1940, morte di un asso dei “picchiatelli”

  • Medaglia di bronzo al valor militare
    «Abile ed ardito pilota accortosi di una grave avaria subita in decollo dal carrello dello aereo, effettuava ugualmente importanti missioni di guerra affidategli. Di ritorno dalla base di partenza, anziché fare uso del paracadute tentava un pericoloso atterraggio riuscendo a salvare il passeggero e a provocare pochi danni al materiale, ma rimanendo ferito nell’audace manovra.

Cielo di Addis Abeba, 11 ottobre 1936.»

  • Medaglia di bronzo al valor militare
    «Ardito pilota da incursione veloce durante numerosi voli di mitragliamento e bombardamento leggero effettuati in appaggio alle nostre colonne operanti, dimostrava grande sprezzo del pericolo ed alto spirito di sacrificio. Rientrava spesso alla base con l’apparecchio colpito dalla fucileria avversaria.

Cielo dell’A.O., settembre-ottobre 1936-XIV.»

  • Medaglia d’argento al valor militare

«Abile pilota da bombardamento in picchiata eseguiva ripetute azioni su difessissimi obiettivi conseguendo per precisione di tiro, ottimi risultati. Attaccato durante una azione su aeroporto nemico, da forze da caccia, riusciva a disimpegnarsi, ad effettuare con esattezza il tiro sostenendo, successivamente, un accanito combattimento con i caccia nemici che lo inseguivano. Caduto al suo fianco il mitragliere, non desisteva dal combattimento ed uscitone vittorioso raggiungeva la base di partenza con il velivolo menomato dall’offesa nemica e con il compagno caduto, a testimonianza dell’impari lotta valorosamente sostenuta. Cielo del Mediterraneo centrale, 17 settembre 1940.»
— Regio Decreto 18 aprile 1941

4 pensieri riguardo “21 dicembre 1940, muore sulla Vojussa il pluridecorato asso dei “picchiatelli” Andrea Brezzi

  1. Commovente. Grazie di questi contributi storici che rendono onore e memoria a Persone lontane infinitamente dall’individualismo anarcoide dei tempi attuali

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.