Capo Bon 13 dicembre 1941, il tragico affondamento di due incrociatori italiani

Siamo nei primi giorni del dicembre 1941, da alcuni giorni e precisamente dal 18 novembre le forze del Commonwealth hanno lanciato l’operazione Crusader, poderosa offensiva contro le forze dell’Asse in Africa settentrionale. Le sorti di quella che nella storiografia italiana è nota come “battaglia della Marmarica” arrisero alle forze britanniche e gli italo-tedeschi dopo aver vanamente tentato di resistere furono costrette anche per la cronica mancanza di rifornimenti a predisporre l’abbandono dell’intera Cirenaica.

In questo quadro la Regia Marina rispondendo alla disperata richiesta dei nostri comandi, principalmente da Superaereo, decise di ricorrere ad una soluzione estrema per ovviare alla carenza di carburante avio, che impediva alla 5^ squadra aerea italiana di intervenire più efficacemente nella battaglia e cercare almeno di contrastare il predominio dell’aria da parte della RAF. Non ci sono i tempi per predisporre un convoglio mercantile con la scorta necessaria, pertanto Supermarina decise di imbarcare il carburante sui veloci incrociatori della classe condottieri. Purtroppo l’operazione si concluderà con un disastro.

13 dicembre 1941, il tragico scontro navale di Capo Bon

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.