28 novembre 1915, la morte in prima linea del generale Ferruccio Trombi

Il 28 novembre 1915, mentre si trovava a Quota 188 di Oslavia,  in mezzo alle sue truppe della Brigata Livorno, moriva il maggiore generale Ferruccio Trombi. Era notte piena e il valoroso ufficiale si era portato in prima linea con lo scopo di verificare il punto del fronte più minacciato dal nemico. Neppure un mese dopo, per onorarne il coraggio con Motu proprio, il Re Vittorio Emanuele III gli concesse la Medaglia d’oro al valore militare alla memoria con la seguente motivazione:

«Comandante di un settore del Sabotino dal 18 al 27 novembre prodigò inesauribili doti di energia, di valore, di perizia per affrontare e superare una difficile situazione. Chiamato improvvisamente ad assumere la direzione delle operazioni in altro settore, accoglieva con entusiasmo l’incarico, e nell’adempimento di esso, sulle linee più avanzate dove erasi recato per rincuorare la truppa, colpito in pieno da un proiettile d’artiglieria nemica, moriva da prode suggellando con tale splendida fine, sul campo dell’onore, tutta la sua vita di fiero soldato. Oslavia, 28 novembre 1915.»

Queste è la storia della morte del valoroso ufficiale generale modenese comandante della Brigata Livorno:

Oslavia 28 novembre 1915, muore in prima linea il generale Ferruccio Trombi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.