10 novembre 1942, l’Asse occupa la Francia di Vichy

L’8 di novembre 1942 dopo le ripetute richieste di Stalin de dell’Unione Sovietica di aprire un secondo fronte per alleggerire la pressione delle forze dell’Asse sul fronte orientale, una forza di invasione composta, composta in maggior parte da forze statunitensi si presentava davanti alle coste algerine e marocchine controllate dalla Francia collaborazionista di Vicky guidata dall’anziano Maresciallo di Francia Philippe Pétain.

Petain e Hitler

Lo “Stato Francese”, come era conosciuto ufficialmente, era impegnato con l’Asse da un trattato di alleanza sottoscritto il 22 ottobre 1940, ma le sue forze non opposero che una resistenza simbolica allo sbarco americano. Chi volesse approfondire l’argomento dell’Operazione Torch può leggere il post che abbiamo dedicato alla stessa, seguendo il link sottostante:

8 novembre 1942, gli americani sbarcano in nord Africa

Divisione della Francia

La reazione delle forze dell’Asse non si fece attendere e già la sera del 10 novembre 1942, su ordine di Hitler scattava l’operazione Anton, evoluzione del piano Attila, studio pronto da ormai due anni, da attuarsi nel caso la Francia di Vicky non avesse tenuto fede alla parola data. Due armate tedesche e una italiana avanzarono velocemente occupando la Francia del sud, la Corsica e la Tunisia. Questa è la cronaca di quell’operazione:

Operazione Anton, l’occupazione della Francia di Vichy

Diversi ministri e generali contrari a una diretta sottomissione ai tedeschi furono arrestati e deportati in Germania tra cui Maxime Weygand, Paul Reynaud, Édouard Daladier e Maurice Gamelin. Da quel momento, e fino alla liberazione della Francia, il governo di Vichy, pur restando formalmente in carica, ebbe un potere decisionale quasi nullo, dipendendo quasi totalmente dal governo tedesco. Pétain che di fatto si defilava, nominò Capo del Governo Pierre Laval più vicino ai nazisti, con poteri di dirigere, seppur molto limitatamente, la politica interna ed estera.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.