1° novembre 1918, mezzi d’assalto italiani affondano l’ammiraglia della flotta austro-ungarica

Era il 1° novembre di 103 anni fa, quando pochi giorni prima della conclusione della Grande Guerra, incursori della Regia Marina italiana penetravano nella rada di Pola, fino a quel momento rimasta inviolata e affondavano la nave ammiraglia della Marina austro-ungarica, “Viribus Unitis“, unità da oltre 20 mila tonnellate armata con 12 cannoni da 305 mm e costruita nel 1912 a Trieste, considerata il fiore all’occhiello della Marina Imperiale.

A condurre l’azione dei Mezzi d’Assalto della Regia Marina due valorosi ufficiali  l’ingegnere e maggiore del Genio navale Raffaele Rossetti, ideatore del piano di attacco, affiancato dal tenente medico e provetto nuotatore Raffaele Paolucci, che aveva già da tempo fatto domanda di poter partecipare ad una simile operazione. Il piano era basato sull’utilizzo di un particolare mezzo da lui progettato e chiamato “mignatta”. La mignatta era un apparecchio pilotato motorizzato e dotato di due ordigni sganciabili da fissare alla chiglia di una nave per mezzo di un elettromagnete ad accumulatori.

Entrambi gli ufficiali verranno decorati con la massima onorificenza militare italiana la Medaglia d’Oro al Valor Militare. La motivazione della decorazione per Rossetti fu la seguente:

«Genialmente ideava un mirabile ordigno di guerra marittima e con amorosa tenacia ne curava personalmente la costruzione. Volle a sé riserbato l’altissimo onore di impiegarlo e, con l’audacia dei forti, con un solo compagno, penetrò di notte nel munito porto di Pola. Con mirabile freddezza attese il momento propizio e verso l’alba affondò la nave ammiraglia della Flotta austro-ungarica.
Pola, 1º novembre 1918»

Questa la motivazione per Paolucci:

«Portò geniale contributo nell’ideare un mirabile ordigno di guerra marittima. Volle a sé riservato l’altissimo onore di impiegarlo e, con l’audacia dei forti, con un solo compagno penetrò di notte nel munito porto di Pola. Con mirabile freddezza attese il momento propizio e verso l’alba affondò la nave Ammiraglia della flotta austro-ungarica.
Pola, 1º novembre 1918»

Questo è il racconto di quella che è passata alla storia come l’Impresa di Pola,  del 1° novembre 1918:

L’affondamento dell’ammiraglia della flotta austro-ungarica “Viribus Unitis”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.