25 ottobre 1936, Italia e Germania siglano il patto dell’Asse

Il 25 ottobre 1936 il ministro degli Esteri italiano Galeazzo Ciano e il suo omologo tedesco Konstantin von Neurath siglarono i “Protocolli di Berlino”, un trattato d’amicizia tra Italia e Germania. Questo patto, favorito dall’isolamento in cui si trovava l’Italia dopo la Guerra d’Etiopia, iniziata il 3 ottobre 1935 sanciva l’accordo esistente tra i due paesi su una serie di questioni, che andavano dal riconoscimento del governo nazionalista spagnolo al mutuo appoggio nelle questioni coloniali, alla politica commerciale nel bacino danubiano,.

Conosciuti anche come “protocolli di ottobre” essi furono il precursore della successiva vera e propria alleanza militare tra i l’Italia fascista e la Germania nazista. Il termine con qui essi passarono alla Storia e cioè “Asse Roma-Berlino” nacque però in seguito alla stipulazione degli stessi, per le parole con cui, pochi giorni dopo lo rese noto al mondo Mussolini il 1º novembre 1936 in piazza del Duomo a Milano:

«Gli incontri di Berlino hanno avuto come risultato una intesa fra i due paesi su determinati problemi, alcuni dei quali particolarmente scottanti in questi giorni. Ma queste intese, che sono state consacrate in appositi verbali debitamente firmati, questa verticale Berlino-Roma non è un diaframma, è piuttosto un asse attorno al quale possono collaborare tutti gli Stati europei animati da volontà di collaborazione e di pace.»

La stipula dei protocolli ebbe come prima conseguenza la partecipazione di Italia e Germania, fianco a fianco nella guerra civile spagnola per dare appoggio alle truppe nazionaliste di Franco. Allo stesso farà seguito la vera e propria alleanza militare, conosciuto come “Patto d’Acciaio“, che verrà siglata il successivo 22 maggio 1939 e che nello specifico prevedeva, in caso di minacce internazionali, il reciproco e immediato aiuto e supporto militare in caso di guerra, tanto offensiva quanto difensiva, l’impossibilità per uno dei due contraenti di firmare la pace senza il consenso dell’altro, la stretta collaborazione nella produzione bellica e in generale in campo militare.

A quest’ultimo seguirà infine il “Patto tripartito” o Trattato tripartito (detto anche “Asse Roma-Berlino-Tokyo“) accordo sottoscritto a Berlino il 27 settembre 1940 dal governo del Terzo Reich, dal Regno d’Italia e dall’Impero giapponese al fine di riconoscere le rispettive aree di influenza in Europa e Asia. Allo stesso aderiranno successivamente molti altri paesi e precisamente Regno di Ungheria (20 novembre 1940), Regno di Romania (23 novembre 1940), Repubblica Slovacca (24 novembre 1940), Regno di Bulgaria (1º marzo 1941), Regno di Jugoslavia, (25 marzo 1941), Stato Indipendente di Croazia (15 giugno 1941).

Grazie per aver letto il nostro post e con la speranza che vogliate continuare a seguirci Vi diamo appuntamento al prossimo. Mi piace e commenti e/o suggerimenti su come migliorare l’articolo e il blog in generale saranno molto graditi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.