13 ottobre 1917, la morte del primo Asso dell’aeronautica italiana

“Pilota aviatore da caccia, dava in ogni volo belle prove di perizia e di valore, dopo aver abbattuto 12 aeroplani nemici ed aver sostenuto numerosi combattimenti, in seguito ad incidente aviatorio immolava alla Patria la sua giovane esistenza”.

Il 13 ottobre 1917 a Santa Caterina (Udine) a causa di un’avaria del suo caccia SPAD S.VII, il tenente pilota Luigi Olivari, pluridecorato pilota immolava alla Patria la sua giovane vita. A quel giorno era accreditato come avete appena potuto leggere nella motivazione della medaglia di bronzo conferita alla memoria del valoroso pilota, di 12 vittorie aeree, anche se lui ne reclamava 19.

Il 1° settembre 1916 Olivari otteneva la sua quinta vittoria e di conseguenza oltre alla meritata promozione a sottotenente, gli veniva assegnato il titolo di “Asso”, primo della storia dell’aeronautica italiana. Questa è la sua storia:

13 ottobre 1917, la morte del primo Asso d’Italia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.