I bollettini di guerra del 22 giugno 1940-41-42-43

Il Bollettino del Quartier Generale delle Forze armate venne diramato in Italia a partire dall’ 11 giugno 1940, giorno in cui venne emesso il n° 1, fino al tragico 8 settembre 1943, per un totale di 1.201 comunicati. Esso, come venne indicato nelle disposizioni ufficiali, a partire dal 15 giugno 1940, sarà diramato alle ore 13 e conterrà tutto quanto concernente lo svolgimento delle operazioni sino alle ore 24 del giorno precedente.

Il 19 novembre 1940 venivano diramate con il Foglio di disposizioni n. 5 del P.N.F. le direttive riguardo al contegno da tenere durante l’ascolto del Bollettino di guerra, che prescriveva fra l’altro:

Nei pubblici ritrovi, allorchè viene trasmesso per radio il Bol­lettino di guerra, i fascisti presenti lo ascoltino in piedi. Il pubblico non tarderà a uniformarsi a questa esempio di compren­sione e di stile.

Noi abbiamo scelto di pubblicare gli stessi, raggruppando in un unico post tutti i bollettini emessi in quel giorno specifico, per tutti gli anni del conflitto mondiale.

  • Bollettino n. 11

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 22 giugno 1940:

Nel Mediterraneo Marina e Aviazione intensificano ovunque la loro attività: tre piroscafi nemici dei quali due armati sono stati affondati dai sommergibili; un incrociatore, facente parte di una formazione, è stato colpito, a oriente delle Baleari, dai nostri bombardieri; durante il giorno e la notte a ondate successive sono state violente­mente bombardate le basi di Biserta e di Marsiglia. A Biserta un incrociatore è stato colpito, l’arsenale danneggiato, depositi di nafta incendiati. A Marsiglia, non minori i danni subiti da quella base.

In Africa settentrionale violente azioni aeree hanno raso al suolo Marsa Matruh, sede di alti comandi inglesi e colpito efficacemente località e formazioni nemiche. Un’azione nemica su Tobruk ha col­pito in pieno quella infermeria della R. Marina; si deplorano alcuni morti e feriti fra medici, infermieri e ricoverati. Un apparecchio ne­mico è stato abbattuto dalle batterie contraeree della Marina.

Nell’Africa orientale numerose azioni sulle basi nemiche di Porto Su­dan, Uareb e su fortini e campi del Kenia. Durante una incursione del nemico su Dire Daua un apparecchio inglese è stato abbattuto.

Alcune incursioni nemiche sul territorio metropolitano, specie dell’Italia settentrionale e della Sicilia, quasi tutte senza lancio di bombe, salvo che a Ciriè (Torino) e a Livorno dove sono state colpite abi­tazioni nel centro della città, senza vittime.

  • Bollettino n. 382

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 22 giugno 1941:

A Malta, nella notte sul 22, nostre unità aeree hanno bombardato l’arsenale di Burmola.

Nell’Africa settentrionale, l’aviazione dell’Asse ha attaccato depositi, batterie e fortificazioni della piazza di Tobruk ed ha colpito in zona Bugbug mezzi meccanizzati e concentramenti di truppe britanniche. Nell’Africa orientale, le nostre truppe del Galla e Sidama hanno sgomberata la città di Gimma, dichiarata aperta per evitare danni alle popolazioni ed hanno occupato posizioni più ad occidente.

Il piccolo presidio italiano lasciato a Gimma ha ceduto la città agli inglesi ottenendo l’onore delle armi.

In Atlantico, i nostri sommergibili, nell’attacco d’insieme condotto, nella prima quindicina del mese in corso, contro un importante con­voglio nemico, di cui al bollettino n. 370 del 10 corrente, hanno af­fondato 15 piroscafi per un totale di 98.500 tonnellate, silurato un cacciatorpediniere nemico ed abbattuto un grosso bimotore.

I sommergibili erano al comando dei seguenti ufficiali: capitano di corvetta Luigi Longanesi Cattani, capitano di corvetta Manlio Pe­troni, capitano di corvetta Giuseppe Roselli Lorenzini, tenenti di vascello: Mario Pollina e Pasquale Terra.

  • Bollettino n. 754

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 22 giugno 1942:

Completati l’occupazione e il rastrellamento della regione di Tobruk, le truppe dell’Asse stanno assumendo il nuovo schieramento verso il confine libico – egiziano.

Da una prima sommaria valutazione del bottino fatto a Tobruk ri­sultano catturati alcune centinaia di cannoni, alcune centinaia di automezzi, un centinaio di carri armati e ingenti depositi di muni­zioni, viveri e carburanti. E’ confermata la cattura di oltre 25.000 prigionieri fra cui il Comandante della Piazza e altri cinque generali. L’aviazione ha intensamente mitragliato e spezzonato i reparti ne­mici in ritirata: due Curtiss sono stati abbattuti dalla caccia germa­nica, un terzo velivolo dalla difesa contraerea di Bengasi. Un nostro apparecchio non é rientrato.

Formazioni di bombardieri hanno attaccato, nell’isola di Malta, la base di Hal Far.

Nel Mediterraneo, sei aerosiluranti del tipo Beaufighter venivano distrutti in combattimento.

  • Bollettino n. 1.123

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 22 giugno 1943:

Formazioni di quadrimotori hanno ieri attaccato Napoli, Torre An­nunziata, Salerno, Battipaglia, Reggio Calabria e Messina causando danni considerevoli ai centri urbani e facendo vittime tra la popola­zione. A Napoli le artiglierie della difesa facevano precipitare 5 ve­livoli; 6 quadrimotori venivano abbattuti dalla nostra caccia. Due apparecchi nemici precipitavano inoltre uno a Reggio Calabria, ad opera di cacciatori tedeschi, l’altro nei pressi di Cagliari sotto il tiro delle batterie contraeree.

Undici componenti degli equipaggi dei velivoli abbattuti sono stati catturati.

A seguito delle incursioni citate dal bollettino odierno sono state fi­nora accertate le seguenti perdite:

— a Napoli, 10 morti e 72 feriti;

— a Torre Annunziata, 1 morto e 8 feriti;

— a Salerno, 14 morti e 45 feriti;

— a Battipaglia, 15 morti e 70 feriti;

non ancora precisate quelle di Reggio Calabria e Messina.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.