I bollettini di guerra del 9 giugno 1941-42-43

Il Bollettino del Quartier Generale delle Forze armate venne diramato in Italia a partire dall’ 11 giugno 1940, giorno in cui venne emesso il n° 1, fino al tragico 8 settembre 1943, per un totale di 1.201 comunicati. Esso, come venne indicato nelle disposizioni ufficiali, a partire dal 15 giugno 1940, sarà diramato alle ore 13 e conterrà tutto quanto concernente lo svolgimento delle operazioni sino alle ore 24 del giorno precedente.

Il 19 novembre 1940 venivano diramate con il Foglio di disposizioni n. 5 del P.N.F. le direttive riguardo al contegno da tenere durante l’ascolto del Bollettino di guerra, che prescriveva fra l’altro:

Nei pubblici ritrovi, allorchè viene trasmesso per radio il Bol­lettino di guerra, i fascisti presenti lo ascoltino in piedi. Il pubblico non tarderà a uniformarsi a questa esempio di compren­sione e di stile.

Noi abbiamo scelto di pubblicare gli stessi, raggruppando in un unico post tutti i bollettini emessi in quel giorno specifico, per tutti gli anni del conflitto mondiale.

  • Bollettino n. 369

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 9 giugno 1941:

Nell’Africa settentrionale la nostra artiglieria ha battuto due pi­roscafi che entravano nella rada di Tobruk.

L’aviazione ha colpito depositi e posizioni della Piazza: automezzi nemici, centrati dai tiri dei nostri velivoli, sono stati distrutti. Il ne­mico ha compiuto incursioni aeree su Bengasi, Derna e Tripoli. Nell’Africa orientale si combatte ancora aspramente nel Galla e Sidama. Nella zona di Gondar vivace attività delle artiglierie nemiche, con­trobattute efficacemente dalle nostre.

  • Bollettino n. 739

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 9 giugno 1942:

In Marmarica continuano i combattimenti fra le opposte forze moto­corazzate.

Squadriglie di Macchi, appartenenti al 4° stormo da caccia, impe­gnate contro formazioni avversarie molto superiori di numero, han­no riportati brillanti successi: in ripetuti scontri 14 Curtiss sono stati abbattuti; tutti i nostri aerei hanno fatto ritorno alle basi.

La R.A.F. ha inoltre perduto 7 apparecchi ad opera dei cacciatori germanici ed uno distrutto dalla difesa contraerea di un campo di aviazione.

Un’incursione britannica su Taranto ha provocato piccoli incendi, subito circoscritti e domati, causato lievi danni ad alcune abita­zioni; nessuna vittima. Due bombardieri inglesi sono precipitati col­piti dalle artiglierie della difesa. Nel Mediterraneo un sommergibile nemico è stato affondato da una nostra torpediniera al comando del capitano di corvetta Eugenio Henke. Altro sommergibile veniva at­taccato e colato a picco da nostri mezzi navali antisommergibili col concorso di velivoli da ricognizione marittima.

  • Bollettino n. 1.110

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 9 giugno 1943:

Il presidio dell’isola di Pantelleria, che durante la giornata di ieri ha subito un ininterrotto attacco aereo, non ha risposto all’intimazione di resa fatta dal nemico.

L’isola é stata anche bombardata violentemente da una grossa for­mazione navale: un’unità nemica é stata colpita da nostri velivoli d’assalto.

Durante gli attacchi aerei sono stati distrutti 5 velivoli nemici dalle batterie contraeree e 10 dai cacciatori del 53° stormo.

Sulle coste meridionali della Sicilia la caccia tedesca abbatteva 2 Spitfire.

Un’incursione avversaria su Carbonia e dintorni causava il crollo di qualche fabbricato e alcuni incendi; si deplorano pochi feriti. Colpiti dalla reazione contraerea, 2 apparecchi cadevano l’uno a Calasetta e l’altro a S. Antico (Cagliari).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.