I bollettini di guerra del 18 maggio 1941-42-43

Il Bollettino del Quartier Generale delle Forze armate venne diramato in Italia a partire dall’ 11 giugno 1940, giorno in cui venne emesso il n° 1, fino al tragico 8 settembre 1943, per un totale di 1.201 comunicati. Esso, come venne indicato nelle disposizioni ufficiali, a partire dal 15 giugno 1940, sarà diramato alle ore 13 e conterrà tutto quanto concernente lo svolgimento delle operazioni sino alle ore 24 del giorno precedente.

Il 19 novembre 1940 venivano diramate con il Foglio di disposizioni n. 5 del P.N.F. le direttive riguardo al contegno da tenere durante l’ascolto del Bollettino di guerra, che prescriveva fra l’altro:

Nei pubblici ritrovi, allorchè viene trasmesso per radio il Bol­lettino di guerra, i fascisti presenti lo ascoltino in piedi. Il pubblico non tarderà a uniformarsi a questa esempio di compren­sione e di stile.

Noi abbiamo scelto di pubblicare gli stessi, raggruppando in un unico post tutti i bollettini emessi in quel giorno specifico, per tutti gli anni del conflitto mondiale.

  • Bollettino n. 347

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 18 maggio 1941:

Nell’Africa settentrionale la nostra reazione agli attacchi avversari sul fronte di Sollum ha avuto pieno successo. Il nemico è stato co­stretto a ripiegare lasciando nelle nostre mani prigionieri e materiali. Nostre formazioni aeree hanno bombardato la base di Tobruk; ap­prestamenti difensivi, concentramenti di truppe e di mezzi mecca­nizzati nella zona a levante di Sollum. In combattimenti aerei sono stati abbattuti un bombardiere e due caccia nemici.

Nell’Egeo aerei avversari hanno effettuato un’incursione sull’isola di Rodi provo­cando danni insignificanti.

Nell’Africa orientale prosegue sull’Amba Alagi la strenua resistenza dei superstiti difensori che, agli ordini diretti dell’Altezza Reale il Duca d’Aosta, compiono prodigi di va­lore in condizioni che, di ora in ora, divengono sempre più dif­ficili per la scarsità dei mezzi, le perdite subite e l’impossibilità di sgombrare e curare i feriti. Nel Galla e Sidama un attacco nemico e stato respinto. Situazione immutata negli altri settori.

  • Bollettino n. 716

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 18 maggio 1941:

Normale attività di pattuglie e di artiglierie in Cirenaica.

Reparti aerei dell’Asse, durante azione di caccia libera nel cielo di Malta, hanno abbattuto quattro Spitfire e un Curtiss, mentre un sesto apparecchio veniva mitragliato e incendiato al suolo. Un nostro ve­livolo non é rientrato alla base.

  • Bollettino n. 1.088

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 18 maggio 1943:

Nostri aerosiluranti, in ricognizione offensiva lungo le coste dell’Afri­ca settentrionale, siluravano un incrociatore leggero nella rada di Bougie ed un piroscafo di medio tonnellaggio in navi- gazione.

Una formazione nemica ha lanciato bombe su Alghero (Sassari) causando il crollo di alcune abitazioni civili e facendo vittime fra la popolazione. Due apparecchi sono stati abbattuti dalle artiglierie della difesa.

Un velivolo avversario veniva pure distrutto in Mediterraneo da una corvetta tedesca, mentre un altro, colpito dalle batterie contraeree, precipitava nelle acque dello stretto di Messina.

A seguito dell’incursione citata dal bollettino odierno si deplorano ad Alghero 11 morti e 50 feriti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.