I bollettini di guerra del 27 aprile 1941-42-43

Il Bollettino del Quartier Generale delle Forze armate venne diramato in Italia a partire dall’ 11 giugno 1940, giorno in cui venne emesso il n° 1, fino al tragico 8 settembre 1943, per un totale di 1.201 comunicati. Esso, come venne indicato nelle disposizioni ufficiali, a partire dal 15 giugno 1940, sarà diramato alle ore 13 e conterrà tutto quanto concernente lo svolgimento delle operazioni sino alle ore 24 del giorno precedente.

Il 19 novembre 1940 venivano diramate con il Foglio di disposizioni n. 5 del P.N.F. le direttive riguardo al contegno da tenere durante l’ascolto del Bollettino di guerra, che prescriveva fra l’altro:

Nei pubblici ritrovi, allorchè viene trasmesso per radio il Bol­lettino di guerra, i fascisti presenti lo ascoltino in piedi. Il pubblico non tarderà a uniformarsi a questa esempio di compren­sione e di stile.

Noi abbiamo scelto di pubblicare gli stessi, raggruppando nello stesso post tutti i bollettini emessi in quel giorno specifico, per tutti gli anni del conflitto mondiale.

  • Bollettino n. 326

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 27 aprile 1941:

Nelle operazioni di rastrellamento nell’Albania settentrionale e nell’Epiro sono stati catturati numerosi militari jugoslavi e greci ed ingenti quantità di armi, munizioni e mezzi di trasporto.

In Cire­naica, sul fronte di Tobruk, sono state respinte, con forte intervento della nostra aviazione, puntate di carri e fanterie nemiche: abbiamo distrutto sette carri e parecchie autoblindo. Nella notte sul 26, aerei nemici hanno bombardato Bengasi causando alcune vittime e qual­che danno. Un aereo nemico é stato abbattuto dalla difesa contraerea. Le vittime accertate del bombardamento aero – navale di Tripoli sono 101, di cui una ventina nazionali. I feriti sono circa 300.

Nell’Africa orientale, a Gimma, un velivolo Hurricane è stato abbattuto dalla difesa contraerea.

  •  Bollettino n. 695

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 27 aprile 1942:

Attività di pattuglie e duelli di artiglierie si sono svolti in taluni set­tori del fronte cirenaico.

Nel corso di riuscite operazioni d’attacco contro aeroporti egiziani la caccia tedesca ha sostenuto vittoriosi scontri con quella nemica che perdeva 8 apparecchi di tipo americano. Altri aeroplani sono stati pure mitragliati al suolo e gravemente danneggiati.

Azioni di bombardamento a massa dell’aviazione germanica hanno suscitato vasti incendi nella zona degli obiettivi di Malta e provocato forti esplosioni; postazioni contraeree sono state ridotte al silenzio. In combattimento 4 velivoli inglesi risultano distrutti e 4 altri effi­cacemente colpiti.

Due aerei britannici, nella scorsa notte, hanno lanciato poche bom­be nei dintorni di Catania; non sono segnalate vittime ne danni; un Hurricane è stato abbattuto in fiamme dalla difesa contraerea.

  • Bollettino n. 1.067

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 27 aprile 1943:

Il nemico ha continuato, con poderose forze di fanteria e corazzate, la sua offensiva nel settore occidentale tunisino: tutti gli attacchi si sono infranti, con gravi perdite in uomini e carri armati, contro la tenacissima resistenza delle truppe italiane e germaniche passate in più punti al contrattacco. L’aviazione dell’Asse é ripetutamente in­tervenuta in appoggio ai reparti terrestri bombardando concentra­menti di autocolonne e di mezzi blindati, distruggendo e danneg­giando numerosi carri armati.

Nel pomeriggio di ieri quadrimotori Liberator hanno sganciato bom­be e compiuto azioni di mitragliamento sulla città di Grosseto, ca­gionando danni notevoli a fabbricati civili tra i quali l’ospedale della Croce Rossa e l’asilo infantile. Due velivoli sono stati abbat­tuti dalle batterie della difesa.

Plurimotori nemici effettuavano pure incursioni su Sant’Antioco (Cagliari), Augusta, Bari e Trani. Le artiglierie contraeree facevano precipitare tre bombardieri: uno a Sant’Antioco, uno ad Augusta e uno nell’abitato di Bari.

Le vittime fra la popolazione, per le incursioni nemiche riportate nel bollettino odierno, ascendono a:

— 74 morti e 177 feriti a Grosseto;

— 10 morti e 12 feriti finora accertati a Trani;

— 10 morti e 16 feriti complessivamente nella località di Augusta, Sant’Antioco e Bari.

Quelle causate dall’azione aerea sulla regione di Cagliari, segnalata nel bollettino n. 1066, si limitano a 18 feriti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.