20 aprile 1943, in Tunisia rieccheggia il grido: FOLGORE !!!

Dopo la tremenda sconfitta subita dalle forze italo-tedesche nell’ultima battaglia di El Alamein che vide la distruzione di molte divisioni italiane, le truppe dell’Asse abbandonano definitivamente l’Egitto e cominciano la ritirata che li porterà ad assestarsi su una nuova linea di resistenza molto più a occidente. Nei tragici ed eroici giorni dal 23 ottobre al 4 novembre 1942 fra le altre divisioni venne distrutta la 185ª Divisione paracadutisti “Folgore, che perfettamente addestrata per i piani di invasione dell’isola di Malta, venne invece inviata a presidiare la linea nel deserto egiziano, a poco più di 100 chilometri da Alessandria d’Egitto.

Dopo quasi 2.500 km di estenuante ritirata nel deserto, sete, fame, freddo notturno, caldo soffocante di giorno, mancanza di rifornimenti, attacchi da terra e dal cielo i superstiti della Folgore vennero radunati il 7 dicembre 1942, a Breviglieri, al Centro di Istruzione di Fanteria della Libia. Con i veterani di El Alemin e i pochi rimpiazzi giunti nel frattempo dalla madrepatria venne costituito il “285° battaglione Folgore” posto al comando del Capitano Alpino paracadutista Carlo Lombardini.

Il reparto tornerà a coprirsi di gloria qualche mese dopo in territorio tunisino. Questa è la cronaca di quel glorioso 20 aprile 1943:

20 aprile 1943, a Takrouna rieccheggia il grido: FOLGORE !!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.