I bollettini di guerra del 19 aprile 1941-42-43

Il Bollettino del Quartier Generale delle Forze armate venne diramato in Italia a partire dall’ 11 giugno 1940, giorno in cui venne emesso il n° 1, fino al tragico 8 settembre 1943, per un totale di 1.201 comunicati. Esso, come venne indicato nelle disposizioni ufficiali, a partire dal 15 giugno 1940, sarà diramato alle ore 13 e conterrà tutto quanto concernente lo svolgimento delle operazioni sino alle ore 24 del giorno precedente.

Il 19 novembre 1940 venivano diramate con il Foglio di disposizioni n. 5 del P.N.F. le direttive riguardo al contegno da tenere durante l’ascolto del Bollettino di guerra, che prescriveva fra l’altro:

Nei pubblici ritrovi, allorchè viene trasmesso per radio il Bol­lettino di guerra, i fascisti presenti lo ascoltino in piedi. Il pubblico non tarderà a uniformarsi a questa esempio di compren­sione e di stile.

Noi abbiamo scelto di pubblicare gli stessi, raggruppando nello stesso post tutti i bollettini emessi in quel giorno specifico, per tutti gli anni del conflitto mondiale.

  • Bollettino n. 317

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 19 aprile 1941:

In Jugoslavia, continuano i movimenti delle nostre truppe per com­pletare l’occupazione del territorio dalmata. Tra i numerosi prigio­nieri catturati dalle colonne celeri che, provenienti dall’Albania han­no occupato Cettigne e Cattaro, sono un comandante di Armata col suo Stato Maggiore ed altri cinque generali.

Su tutto il fronte greco, prosegue decisamente l’avanzata delle nostre truppe che non danno tregua al nemico, il quale ripiega in disordine, continuamente attac­cato dai nostri aerei. Nostri velivoli hanno bombardato le opere por­tuali di Astakos.

Nel Mediterraneo orientale, nostre formazioni aeree hanno attaccato a più riprese, con siluri e con bombe, un convoglio nemico fortemente scortato. Nonostante la difesa della caccia avversaria e la munitissima reazione contraerea del nemico, i nostri aerei centravano con bombe un incrociatore, siluravano ed affondavano due grosse petroliere nemiche.

Nell’Africa settentrionale, scontri di pattuglie ad est di Sollum. Formazioni aeree italiane e tedesche han­no bombardato le posizioni nemiche di Tobruk. Un velivolo nemico è stato obbligato dalla nostra caccia ad atterrare in nostro territorio.

Nell’Africa orientale, ad est di Gambela, forze nemiche attaccate e volte in fuga hanno subito perdite rilevanti.

  • Bollettino n. 687

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 19 aprile 1942:

Limitate azioni di pattuglie e di artiglierie in Cirenaica dove le perduranti avverse condizioni atmosferiche e grandi tempeste di sab­bia hanno pure limitato l’attività dell’aviazione.

Nella scorsa notte le basi aeree di Malta sono state nuovamente attaccate da nostri bombardieri.

  • Bollettino n. 1.059

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 19 aprile 1943:

In Tunisia più intensa attività combattiva: tentativi di infiltrazione di elementi avanzati avversari urtavano nella pronta reazione dei nostri reparti.

Cacciatori dell’Asse abbattevano, negli scontri aerei della giornata, 13 apparecchi e formazioni della nostra aviazione attaccavano, con favorevoli risultati, concentramenti di mezzi corazzati.

Palermo, Ragusa, Porto Torres (Sassari) e La Spezia sono state obiettivo di azioni di bombardamento da parte di quadrimotori ame­ricani: i danni sono ingenti a Palermo dove il numero delle vittime è stato finora accertato in 38 morti e 99 feriti. Vengono inoltre se­gnalati 1 morto e 8 feriti a Ragusa, 4 morti e 6 feriti a Porto Torres. Non ancora precisate le perdite subite dalla popolazione a La Spezia. Un velivolo nemico risulta distrutto dalle artiglierie della difesa di Palermo, 4 altri dalla caccia italo – germanica dei quali uno nel cielo di Catania, uno su Palermo e 2 a Marsala. Cinque nostri aerei non sono ritornati alla base.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.