I bollettini di guerra del 31 marzo 1941-42-43

Il Bollettino del Quartier Generale delle Forze armate venne diramato in Italia a partire dall’ 11 giugno 1940, giorno in cui venne emesso il n° 1, fino al tragico 8 settembre 1943, per un totale di 1.201 comunicati. Esso, come venne indicato nelle disposizioni ufficiali, a partire dal 15 giugno 1940, sarà diramato alle ore 13 e conterrà tutto quanto concernente lo svolgimento delle operazioni sino alle ore 24 del giorno precedente.

Il 19 novembre 1940 venivano diramate con il Foglio di disposizioni n. 5 del P.N.F. le direttive riguardo al contegno da tenere durante l’ascolto del Bollettino di guerra, che prescriveva fra l’altro:

Nei pubblici ritrovi, allorchè viene trasmesso per radio il Bol­lettino di guerra, i fascisti presenti lo ascoltino in piedi. Il pubblico non tarderà a uniformarsi a questa esempio di compren­sione e di stile.

Noi abbiamo scelto di pubblicare gli stessi, raggruppando nello stesso post tutti i bollettini emessi in quel giorno specifico, per tutti gli anni del conflitto mondiale.

  • Bollettino n. 297

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 31 marzo 1941:

Sul fronte greco, nel settore della 9a Armata, azioni avversarie di carattere locale sono state nettamente stroncate. Velivoli del C.A.T. hanno attaccato gli aeroporti di Malta.

Nell’Africa settentrionale, velivoli italiani e germanici hanno colpito mezzi meccanizzati e ar­tiglierie nemiche. Aerei avversari hanno compiuto un’incursione su Tripoli, senza causare danni importanti.

Nell’Africa orientale, le nostre truppe sono impegnate in un’epica battaglia ad est di Cheren ed infliggono al nemico gravissime perdite. Anche le nostre sono forti: il colonnello Borghesi é eroicamente caduto guidando all’as­salto i suoi valorosi soldati del 10° reggimento Granatieri di Savoia. In combattimenti aerei, nostri cacciatori hanno abbattuto un velivolo tipo Hurricane. Il nemico ha compiuto una incursione aerea su Asmara: una decina tra morti e feriti e danni ad abitazioni civili.

Nella dura battaglia svoltasi nella notte dal 28 al 29 nel Mediter­raneo centrale, abbiamo perduto tre incrociatori di medio tonnellag­gio e due caccia. Molti uomini degli equipaggi sono stati salvati. Sono state inflitte al nemico perdite non ancora completamente precisate, ma certamente gravi. Un grosso incrociatore inglese ha avuto in pieno una bordata dei nostri massimi calibri ed è affondato. Altre due unità sono state seriamente colpite. Un nostro sommergibile, al comando del capitano di corvetta Manlio Petroni, ha affondato nell’Atlantico una nave nemica di medio tonnellaggio.

  • Bollettino n. 668

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 31 marzo 1942:

L’imperversare del ghibli in Cirenaica ha fortemente ostacolato l’at­tività operativa.

In una audace azione notturna una nostra formazione aerea del 3° gruppo da caccia, al comando del capitano Giuseppe Tovazzi, ha bombardato il porto di Tobruk e attaccato a volo radente, con par­ticolare efficacia, il traffico litoraneo ed accampamenti avversari. Dieci automezzi sono stati distrutti e oltre un centinaio danneggiati; nu­merosi gli incendi in più luoghi divampati; gravi le perdite inflitte al nemico negli attendamenti. La caccia inglese, levatasi in volo, è stata respinta. Tutti i nostri velivoli sono tornati alla base.

  • Bollettino n. 1.040

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 31 marzo 1943:

Il nemico ha mantenuto ieri la sua pressione sul fronte tunisino sferrando nuovi violenti attacchi ai quali le truppe dell’Asse hanno op­posto, in stretta collaborazione con l’arma aerea, tenace resistenza. Una formazione di nostri cacciatori, al comando del capitano Gior­gio Tugnoli da Roma, affrontava un poderoso gruppo di caccia avversari e ne abbatteva 4; altri 6 velivoli nemici venivano distrutti dalle artiglierie contraeree e dalla caccia italo – germanica.

Apparecchi americani hanno sganciato alcune bombe e sparato raffiche di mitragliatrice su Crotone (Catanzaro) causando un morto e cinque feriti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.