I bollettini di guerra del 14 marzo 1941-42-43

Il Bollettino del Quartier Generale delle Forze armate venne diramato in Italia a partire dall’ 11 giugno 1940, giorno in cui venne emesso il n° 1, fino al tragico 8 settembre 1943, per un totale di 1.201 comunicati. Esso, come venne indicato nelle disposizioni ufficiali, a partire dal 15 giugno 1940, sarà diramato alle ore 13 e conterrà tutto quanto concernente lo svolgimento delle operazioni sino alle ore 24 del giorno precedente.

Il 19 novembre 1940 venivano diramate con il Foglio di disposizioni n. 5 del P.N.F. le direttive riguardo al contegno da tenere durante l’ascolto del Bollettino di guerra, che prescriveva fra l’altro:

Nei pubblici ritrovi, allorchè viene trasmesso per radio il Bol­lettino di guerra, i fascisti presenti lo ascoltino in piedi. Il pubblico non tarderà a uniformarsi a questa esempio di compren­sione e di stile.

Noi abbiamo scelto di pubblicare gli stessi, raggruppando in un unico post, i bollettini emessi in quel giorno specifico, per tutti gli anni del conflitto mondiale.

  • Bollettino n. 280

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 14 marzo 1941:

Sul fronte greco, nel settore della 11a Armata, azioni locali di fan­teria e di artiglieria. Numerose nostre formazioni aeree si sono inin­terrottamente succedute contro apprestamenti difensivi e truppe ne­miche. E’ stata inoltre bombardata una importante base navale greca. Cinque velivoli nemici sono stati abbattuti da una nostra formazione da caccia. Tre nostri velivoli non sono rientrati. Nelle ore antime­ridiane del 13 corrente aerei siluranti nemici hanno tentato di attac­care piroscafi nazionali alla fonda nel porto di Valona. Contrastati da violenta azione di fuoco della difesa contraerea della R. Marina, due soli aerei hanno potuto eseguire l’attacco, ma sono stati entrambi abbattuti. Gli equipaggi sono stati fatti prigionieri. Un solo piro­scafo è stato danneggiato.

Reparti del Corpo Aereo Tedesco, durante la notte dal 12 al 13, hanno battuto basi aeree e navali in Marmarica. Velivoli a terra, automezzi ed apprestamenti vari sono stati distrutti. Aerei nemici hanno compiuto una azione notturna di bombarda­mento su Tripoli; lievi danni. Nostri reparti aerei hanno bombardato basi aereo – navali dell’isola di Creta. Nella notte dal 12 al 13, veli­voli britannici hanno lanciato bombe incendiarie e dirompenti su alcuni villaggi e su un monastero dell’isola di Rodi, uccidendo due nativi e ferendone altri due; qualche danno ad abitazioni civili.

Nell’Africa orientale, un attacco nemico nel settore di Cheren è stato respinto. Nell’alto Sudan, nostri velivoli hanno bombardato auto­mezzi e truppe.

  • Bollettino n. 651

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 14 marzo 1942:

Moderata attività di elementi esploranti sul fronte cirenaico. Incur­sioni di forze aeree nemiche su Tripoli, Bengasi e sui dintorni di Atene non hanno causato vittime.

La torpediniera Cigno al comando del capitano di corvetta Massimino Franti ha affondato un sottomarino nemico.

  • Bollettino n. 1.023

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 14 marzo 1943:

Normale attività esplorativa in Tunisia.

Una formazione nemica che tentava l’attacco ad un aeroporto nel settore meridionale del fronte veniva intercettata da cacciatori ger­manici che abbattevano 14 velivoli. Altri 5 apparecchi sono stati di­strutti dalla caccia dell’Asse in duelli aerei. Bombardieri tedeschi hanno operato sul porto di Bona: un piroscafo risulta incendiato, qualche altro danneggiato.

Aeroplani avversari sganciavano ieri alcune bombe su Ragusa causan­do 13 feristi tra la popolazione e danni a fabbricati civili.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.