12 marzo 1912, la battaglia dell’Oasi delle Due Palme

Il nostro post odierno è dedicato ad un episodio poco noto della guerra italo-turca combattuta in terra libica fra il Regno d’Italia e l’Impero Ottomano dal settembre 1911 all’ottobre 1912. Lo scontro passato alla storia come battaglia dell’Oasi delle Due Palme, fu organizzato dai nostri comandi che cercavano di arginare i ripetuti attacchi che le forze arabo-turche, portavano ripetutamente da Benina, dai mesi di novembre e dicembre 1911 contro la linea fortificata italiana di Bengasi e contro reparti in ricognizione, attacchi rinnovati nel marzo del 1912.

Le forze nemiche che si mantenevano in forze nell’Oasi delle Due Palme, chiamata localmente anche Suani ‘Abd el-Rani in quel mese di marzo del secondo anno di guerra, oltre agli assalti condotti contro le opere difensive in fase costruttiva ed in particolare contro la ridotta del Foyat, agirono anche per interrompere le comunicazioni telefoniche e telegrafiche tra la ridotta Grande e quella del Foyat. In conseguenza di tutto questo, il comando di Bengasi, nella notte tra l’11 e il 12 marzo, decise di disporre una compagnia del 57º fanteria in servizio di appostamento al margine est del Foyat per sorprendere gli assalitori.

Verso le 5:00 del mattino, si sviluppò un primo attacco accompagnato da salve di artiglieria contro la ridotta del Foyat cui fu risposto con il fuoco delle artiglierie e dei reparti di presidio. Alle 9:00, il generale Ottavio Briccola ordinò al generale Giovanni Ameglio di agire controffensivamente e questi destinò all’operazione sette battaglioni organizzati su due reggimenti, appartenenti alla IV Brigata (due battaglioni del 4º ed uno del 63º) ed alla VII Brigata (due battaglioni del 57° ed uno del 79º), un gruppo di artiglieria da campagna, uno da montagna ed il reggimento cavalleggeri (due squadroni dei Cavalleggeri di Lucca e due dei Cavalleggeri di Piacenza), alle truppe già schierate si aggiunse anche uno squadrone indigeno di savari. Il settimo battaglione (III/57°) fu assegnato alla riserva generale.

Iniziato il tiro delle artiglierie il generale Ameglio decise di procedere contro le forze arbao-turche avanzando da nord e da sud per chiudere tutte le possibili vie di fuga. Sviluppato il combattimento intervennero, oltre ai reparti delle colonne d’assalto, anche altri contingenti del 79º fanteria e il battaglione del 57º posto a riserva. Le truppe turche, attaccate alla baionetta dai fanti del 4°, del 63°, del 57°, del 79º fanteria “Roma” e sotto il fuoco delle artiglierie, furono costrette alla ritirata dopo aver subito perdite ingentissime.

Le perdite da parte italiana furono di 5 ufficiali morti e 12 feriti; 32 uomini di truppa morti e 130 feriti. Le perdite avversarie furono stimate in circa un migliaio di cui 750 morti contati sul campo. Il successo italiano, se valse a far rinunciare all’esercito turco l’idea di ulteriori azioni contro Bengasi, non fu risolutivo poiché nella battaglia non intervenne il grosso delle forze turche che continuarono quindi a minacciare la regione.

Da quel lontano 1912, la data del 12 marzo è la festa del 79° reggimento di fanteria “Roma” reparto che prenderà parte pochi anni dopo alla Grande Guerra inquadrato nella Brigata Roma. Nel secondo conflitto mondiale, il reggimento inquadrato nella divisione “Pasubio”, verrà impegnato sul fronte russo dal luglio 1941 al gennaio 1943, subendo gravissime perdite nelle battaglie del Donetz, Don, Gorlowka, Nikitowka, Chazepetrowka, Tereschowo, Arbusow. Rimpatriati i superstiti nell’aprile 1943, cominciarono le operazioni di riordindinamento con l’invio del reggimento in Campania, dove venne sorpreso dai tragici eventi dell’8 settembre e sciolto a causa dell’armistizio.

Grazie per aver letto il nostro post e con la speranza che vogliate continuare a seguirci Vi diamo appuntamento al prossimo. Mi piace e commenti e/o suggerimenti su come migliorare l’articolo e il blog in generale saranno molto graditi.

Fonti:

https://it.wikipedia.org/wiki/Combattiment…delle_Due_Palme

https://it.wikipedia.org/wiki/Guerra_italo-turca

2 pensieri riguardo “12 marzo 1912, la battaglia dell’Oasi delle Due Palme

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.