I bollettini di guerra del 6 marzo 1941-42-43

Il Bollettino del Quartier Generale delle Forze armate venne diramato in Italia a partire dall’ 11 giugno 1940, giorno in cui venne emesso il n° 1, fino al tragico 8 settembre 1943, per un totale di 1.201 comunicati. Esso, come venne indicato nelle disposizioni ufficiali, a partire dal 15 giugno 1940, sarà diramato alle ore 13 e conterrà tutto quanto concernente lo svolgimento delle operazioni sino alle ore 24 del giorno precedente.

Il 19 novembre 1940 venivano diramate con il Foglio di disposizioni n. 5 del P.N.F. le direttive riguardo al contegno da tenere durante l’ascolto del Bollettino di guerra, che prescriveva fra l’altro:

Nei pubblici ritrovi, allorchè viene trasmesso per radio il Bol­lettino di guerra, i fascisti presenti lo ascoltino in piedi. Il pubblico non tarderà a uniformarsi a questa esempio di compren­sione e di stile.

Noi abbiamo scelto di pubblicare gli stessi, raggruppando in un unico post, i bollettini emessi in quel giorno specifico, per tutti gli anni del conflitto mondiale.

  • Bollettino n. 272

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 6 marzo 1941:

Sul fronte greco, nulla di notevole da segnalare. Nostri aerei hanno bombardato impianti portuali nell’isola di Mitilene.

Nell’Africa set­tentrionale, intensa attività di ricognizioni terrestri ed aeree. Veli­voli del C.A.T. hanno bombardato il giorno 4 corrente una base aerea nemica.

In Africa orientale, nel settore di Cheren, abbiamo contrat­taccato forze nemiche che tentavano infiltrarsi di notte nelle nostre linee, catturando alcuni prigionieri. Il nemico ha effettuato incur­sioni aeree su alcune località dell’Eritrea; nessuna vittima e lievi danni. Formazioni del Corpo Aereo Tedesco hanno attaccato, in più riprese, basi aeree di Malta. Opere aeroportuali, velivoli al suolo e postazioni di artiglieria sono state efficacemente bombardate e mi­tragliate. Durante l’azione, tre velivoli tipo Hurricane sono stati ab­battuti in combattimento; altre tre velivoli, di tipo vario, distrutti al suolo.

  • Bollettino n. 643

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 6 marzo 1942:

Forti pattuglie nemiche, spintesi nella zona di Tmimi, sono state dai nostri contrattaccate e respinte.

Nel sud libico reparti sahariani hanno ricacciato, in ulteriori vivaci azioni, elementi motorizzati avversari. Formazioni aeree, interve­nute in appoggio, hanno mitragliato e spezzonato il nemico che, ri­piegando affrettatamente, lasciava nelle nostre mani alcuni prigio­nieri e qualche mezzo blindato. Un velivolo inglese é stato distrutto al suolo.

Apparecchi britannici hanno bombardato Bengasi danneggiando gravemente alcuni edifici; non sono segnalate vittime.

Le operazioni dell’aviazione contro l’isola di Malta sono state ener­gicamente proseguite; un Wellington e un Hurricane risultano ab­battuti dalla caccia tedesca.

  • Bollettino n. 1.015

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 6 marzo 1943:

Sul fronte tunisino nessun avvenimento di rilievo.

In combattimenti aerei 5 velivoli sono stati abbattuti dalla caccia germanica.

Il numero dei prigionieri fatti dal 26 febbraio al 3 marzo é salito a 2.500, dei quali 52 ufficiali.

Bombardieri tedeschi hanno attaccato un convoglio di numerose navi, in navigazione a nord – ovest di Tripoli, affondando 3 piroscafi, per complessive 26.000 tonnellate e danneggiandone altri 2 per 13.000 tonnellate.

Un nostro sommergibile, comandato dal tenente di vascello Rino Erler, ha colato a picco un cacciatorpediniere e silurato un piroscafo naviganti in convoglio nel Mediterraneo centrale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.