16 febbraio 1943, il Regio Esercito e la strage di Domenikon

Il 16 febbraio 1943, membri della resistenza greca, attaccano nelle vicinanze di Domenikon, un piccolo villaggio della Grecia centrale situato in Tessaglia, un convoglio militare italiano. Nello scontro che ne segue rimangono uccisi nove militi delle Camicie nere, mentre 43 greci, fra attaccanti e supposti fiancheggiatori, vengono uccisi durante l’azione militare. Seguì uno degli episodi più bui dell’occupazione italiana della Grecia e dei balcani in generale. Questo e’ il racconto di questa pagina, poco conosciuta della nostra storia nazionale.

Grecia centrale, 16 febbraio 1943 la strage di Domenikon

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.