I bollettini di guerra del 28 gennaio 1940-41-42

Il Bollettino del Quartier Generale delle Forze armate venne diramato in Italia a partire dall’ 11 giugno 1940, per un totale di 1.201 comunicati. Esso, come venne indicato nelle disposizioni ufficiali, a partire dal 15 giugno 1940, sarà diramato alle ore 13 e conterrà tutto quanto concernente lo svolgimento delle operazioni sino alle ore 24 del giorno precedente.

Il 19 novembre 1940 venivano diramate con il Foglio di disposizioni n. 5 del P.N.F. le direttive riguardo al contegno da tenere durante l’ascolto del Bollettino di guerra, che prescriveva fra l’altro:

Nei pubblici ritrovi, allorchè viene trasmesso per radio il Bol­lettino di guerra, i fascisti presenti lo ascoltino in piedi. Il pubblico non tarderà a uniformarsi a questa esempio di compren­sione e di stile.

Noi abbiamo scelto di pubblicare gli stessi, raggruppando in un unico post tutti i bollettini emessi in quel giorno specifico, per tutti gli anni del conflitto mondiale.

  • Bollettino n. 235

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 28 gennaio 1941:

Sul fronte greco, in azioni di carattere locale, abbiamo inflitto al nemico forti perdite e catturato prigionieri ed armi automatiche.Nostri reparti aerei hanno compiuto violente azioni offensive su colonne di automezzi, concentramenti di truppe ed apprestamenti nemici.

Nella Cirenaica continuano i combattimenti ad oriente di Derna. Le nostre truppe hanno respinto una colonna nemica, inflig­gendole perdite e catturando prigionieri. La nostra aviazione ha spez­zonato e mitragliato mezzi corazzati e fanterie nemiche. In combat­timento la nostra caccia ha abbattuto due velivoli tipo Hurricane.

Nell’Africa orientale, sul fronte del Kenia, nostri reparti dubat hanno sorpreso un posto nemico, infliggendogli notevoli perdite in perso­nale e materiale. Nostre formazioni aeree hanno bombardato effi­cacemente autocarri ed autoblindate nemiche. La nostra caccia ha abbattuto un velivolo tipo Gloster. Altro velivolo veniva abbattuto dalla nostra aviazione da ricognizione. Nella notte dal 27 al 28, aerei nemici hanno compiuto una incursione su Catania, lanciando alcune bombe che non hanno causato né danni ne vittime. Altra incursione, su Napoli e dintorni, ha causato danni lievissimi, nes­suna vittima.

  • Bollettino n. 605

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 28 gennaio 1942:

Sul fronte cirenaico le divisioni motocorazzate italo – tedesche han­no mantenuto il contatto, nella giornata di ieri, con le forze nemiche in ripiegamento, bombardate e mitragliate dall’aviazione dell’Asse. Le perdite di materiali subite dall’avversario nella battaglia, finora accertate, sono salite a 127 cannoni, 283 carri armati ed autoblindo, 28 aeroplani oltre a quelli distrutti dall’arma aerea, 563 autocarri. Velivoli germanici hanno attaccato un convoglio inglese a sud – est di Malta, centrando un piroscafo di 8.000 tonnellate ed un caccia­torpediniere; il porto di La Valletta e aerodromi dell’isola sono pure stati colpiti, a più riprese, con bombe di medio e grosso calibro.

 Bollettino n. 978

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 28 gennaio 1943:

In Tripolitania nessuna azione di rilievo; la caccia germanica abbat­teva in combattimento 5 Curtiss.

Intensa attività esplorativa da ambo le parti in Tunisia ove mezzi corazzati nemici venivano respinti dal tiro dell’artiglieria.

La base navale di La Valletta (Malta) é stata bombardata da una nostra formazione aerea.

Apparecchi britannici sanno sorvolato Roccella Marina, Siderno e Gioiosa in provincia di Reggio Calabria lanciando alcuni spezzoni e mitragliando due treni; un morto e 13 feriti, tutti colpiti da pallot­tole esplosive. Sono stati pure mitragliati un treno tra Cassibile e Avola (Siracusa) e la stazione di Brolo (Messina): vengono segnalati un morto e alcuni feriti.

Sulla rotabile Vittoria – Ragusa altro apparecchio sparava raffiche di mitragliatrice ma, centrato dai tiro contraereo, precipitava in fiamme. Dalle varie missioni belliche due nostri velivoli non sono rientrati Il piroscafo nemico di medio tonnellaggio citato ieri nel bollettino come colpito da un aerosilurante (capo equipaggio tenente pilota Bat­tista Mura) risulta affondato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.