I bollettini di guerra del 25 dicembre 1940-41-42

Il Bollettino del Quartier Generale delle Forze armate venne diramato in Italia a partire dall’ 11 giugno 1940, per un totale di 1.201 comunicati. Esso, come venne indicato nelle disposizioni ufficiali, a partire dal 15 giugno 1940, sarà diramato alle ore 13 e conterrà tutto quanto concernente lo svolgimento delle operazioni sino alle ore 24 del giorno precedente.

Il 19 novembre 1940 venivano diramate con il Foglio di disposizioni n. 5 del P.N.F. le direttive riguardo al contegno da tenere durante l’ascolto del Bollettino di guerra, che prescriveva fra l’altro:

Nei pubblici ritrovi, allorchè viene trasmesso per radio il Bol­lettino di guerra, i fascisti presenti lo ascoltino in piedi. Il pubblico non tarderà a uniformarsi a questa esempio di compren­sione e di stile.

Noi abbiamo scelto di pubblicare gli stessi, raggruppando in un unico post tutti i bollettini emessi in quel giorno specifico, per tutti gli anni del conflitto mondiale.

  • Bollettino n. 201

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 25 dicembre 1940:

Nella zona di frontiera cirenaica la situazione è immutata. I reparti aerei hanno proseguito la loro azione di bombardamento e mitra­gliamento contro mezzi meccanizzati avversari. Le basi avanzate ne­miche sono state ancora sottoposte ad un intenso bombardamento; in una base aerea sono stati notati scoppi e incendi. In Tripolitania il nemico ha bombardato la città e il porto di Tripoli recando qual­che danno.

Sul fronte greco il maltempo ostacola le operazioni: ten­tativi di attacchi nemici sono stati respinti. Un nostro reparto da caccia, in crociera di protezione, ha vivacemente contrastato un’in­cursione nemica sul cielo di Valona mitragliando ed inseguendo alcuni velivoli Blenheim, che si sono sottratti al combattimento.

In Africa orientale, al confine sudanese, un nostro reparto in ricogni­zione, il giorno 23, attaccato da automezzi armati, li costringeva a ripiegare con perdite. Verso le ore 12,20 di ieri 24 un aereo nemico ha sorvolato Napoli e dintorni, lanciando alcuni spezzoni incendiari e i soliti manifestini.

  • Bollettino n. 571

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 25 dicembre 1941:

Il nemico, con l’appoggio di nuove forze blindate affluite dalle re­trovie, ha insistentemente tentato in più punti d’irrompere dal ci­glione gebelico nella regione di Bengasi: è stato respinto dalle divi­sioni meccanizzate dell’Asse.

Contrattacchi locali di elementi corazzati tedeschi sono stati coro­nati da successo: risultano distrutti carri armati e cannoni, presi nu­merosi prigionieri.

I presidi di Sollum e Bardia hanno costretto reparti avversari attac­canti a ripiegare con perdite. Nel Mediterraneo centrale sono sta ricuperati alcuni superstiti marinai inglesi, appartenenti all’incrocia­tore nemico Neptune e a un cacciatorpediniere, affondati dalle nostre forze navali il giorno 19 corrente.

Formazioni dell’arma aerea germanica, in ondate successive, hanno bombardato le attrezzature belliche e portuali dell’isola di Malta; la caccia di scorta ha abbattuto due Hurricane.

 Bollettino n. 944

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 25 dicembre 1942:

Vivace attività degli opposti reparti esploranti nella Sirtica.

Nel corso di un attacco ad un nostro campo d’aviazione avanzato, due velivoli nemici venivano colpiti e distrutti dalle batterie della difesa.

In Tunisia nuovi contrattacchi avversari, sferrati con forte appoggio di artiglieria, sono stati respinti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.