I bollettini di guerra del 8 dicembre 1940-41-42

Il Bollettino del Quartier Generale delle Forze armate venne diramato in Italia a partire dall’ 11 giugno 1940, per un totale di 1.201 comunicati. Esso, come venne indicato nelle disposizioni ufficiali, a partire dal 15 giugno 1940, sarà diramato alle ore 13 e conterrà tutto quanto concernente lo svolgimento delle operazioni sino alle ore 24 del giorno precedente.

Il 19 novembre 1940 venivano diramate con il Foglio di disposizioni n. 5 del P.N.F. le direttive riguardo al contegno da tenere durante l’ascolto del Bollettino di guerra, che prescriveva fra l’altro:

Nei pubblici ritrovi, allorchè viene trasmesso per radio il Bol­lettino di guerra, i fascisti presenti lo ascoltino in piedi. Il pubblico non tarderà a uniformarsi a questa esempio di compren­sione e di stile.

Noi abbiamo scelto di pubblicare gli stessi, raggruppando in un unico post tutti i bollettini emessi in quel giorno specifico, per tutti gli anni del conflitto mondiale.

  • Bollettino n. 184

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 8 dicembre 1940:

In Albania, rinnovati attacchi nemici all’ala sinistra della 9a Armata sono stati respinti dalle nostre truppe. Sul rimanente del fronte at­tività di pattuglie esploranti da ambo le parti. Nostri velivoli hanno bombardato gli obiettivi militari di Prevesa e di Itaca. Aerei nemici hanno effettuato incursioni su Valona. Accolti dalla tempestiva e precisa reazione contraerea ed attaccati dalla nostra caccia hanno perduto un velivolo che è stato abbattuto dalle batterie contraeree della R. Marina; un altro che è stato abbattuto in fiamme dalla nostra caccia; altri due, inseguiti dai nostri cacciatori, sono scomparsi nelle nubi con segni di incendio a bordo.

Nell’Africa settentrionale, una nostra formazione da caccia ha mitragliato a volo radente numerosi mezzi meccanizzati nemici ad est di Bir Enba, immobilizzandone alcuni; un nostro velivolo ha bombardato apprestamenti militari ne­mici lungo l’Uadi el Rami (presso Marsa Matruh).

Nell’Africa orien­tale, nostri aerei hanno attaccato una ventina di automezzi a Mecali Welles (a nord di Cassala), la stazione ferroviaria di Malawiya (a sud di Cassala) ed un velivolo Wellesley al suolo sul campo di Saraf Said (nord – est di Gallabat). Tutti i nostri velivoli sono rientrati.

  • Bollettino n. 554

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 8 dicembre 1941:

In Marmarica, i combattimenti riaccesisi il giorno 5 nella zona di Bir el Gobi sono continuati anche ieri. Nel corso di essi, con efficaci contrattacchi, le forze italiane e germaniche hanno costretto le trup­pe britanniche a retrocedere con perdite. Sul fronte di Tobruk, inef­ficaci puntate di carri armati nemici contro le posizioni della divi­sione Brescia. Sul fronte di Sollum, respinti tentativi d’attacco di carri armati contro caposaldi della Savona, la cui difesa c. a. ha ab­battuto in fiamme un velivolo britannico.

Formazioni aeree dell’Asse hanno attaccato concentramenti di auto­mezzi e reparti meccanizzati avversari ad oriente ed a sud – est di Bir el Gobi, nonché il capolinea ferroviario di Abu Feidan (sud di Sidi el Barrani); inoltre hanno bombardato, a Tobruk, impianti portuali e navi alla fonda danneggiando gravemente un grosso piroscafo e provocando incendi sulle banchine.

L’aviazione da caccia tedesca ha abbattuto 7 velivoli nemici; la no­stra caccia ha pure sostenuto diversi combattimenti aerei abbattendo 3 velivoli, compreso un Beaufighter il cui equipaggio è stato fatto prigioniero e mitragliandone altri efficacemente. Un velivolo ne­mico è stato abbattuto dalla difesa c. a. di Buerat el Hsun; i piloti sono stati catturati.

Aeroplani inglesi hanno compiuto incursioni su qualche località della Sicilia: danni minimi; un solo ferito. Alcuni di essi, intercettati dai nostri cacciatori, sono stati ripetutamente colpiti; uno è precipitato. Bombardieri germanici hanno attaccato una formazione navale in­glese nel Mediterraneo centrale: un incrociatore è stato colpito in pieno da una bomba di grosso calibro.

 Bollettino n. 927

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 8 dicembre 1942:

In Cirenaica aumentata attività di unità esploranti. L’artiglieria é intervenuta contro colonne di automezzi e batterie avversarie con no­tevoli effetti.

La nostra aviazione ha spezzonato e mitragliato ‘un gruppo di camio­nette distruggendone 6 e danneggiandone altre. In combattimento 6 velivoli nemici venivano abbattuti; un altro precipitava in mare ad opera della difesa contraerea: uno dei componenti l’equipaggio, uf­ficiale superiore inglese, risulta catturato.

Sul fronte tunisino azioni locali si risolvevano a favore delle truppe dell’Asse; cacciatori germanici distruggevano 2 apparecchi britannici. Il porto di Philippeville è stato violentemente attaccato da forma­zioni di bombardieri che hanno centrato navi alla fonda, banchine e depositi suscitando vasti incendi.

Questa notte alcune bombe sganciate sulla periferia di Tripoli causa­vano 7 morti e 4 feriti tra la popolazione libica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.