19 luglio 1943, il primo bombardamento di Roma

Il 19 luglio 1943, Roma viene bombardata dal cielo per la prima volta. Da nove giorni gli Alleati sono sbarcati in Sicilia e il bombardamento deve accelerare il processo di disgregazione del governo fascista e di conseguenza provocare l’uscita del Regno d’Italia dal conflitto. La violenta incursione aerea che colpirà soprattutto il popolare quartiere di San Lorenzo, causerà la morte di ben 617 persone e il danneggiamento della Basilica di San Lorenzo. Immagine simbolo di quella tremenda giornata, sarà Papa Pio XII che lasciò il Vaticano per andare a soccorrere le vittime.

“Cadevano le bombe come neve, il 19 luglio a San Lorenzo”

4 pensieri riguardo “19 luglio 1943, il primo bombardamento di Roma

  1. […] Condanna soprattutto l’inadeguatezza della strategia di Mussolini e l’immobilismo del Re, sente inaccettabili l’interferenza del Partito Fascista nelle cose militari e allo stesso modo il progetto di rendere la Milizia non più organismo di volontari, ma a reclutamento di leva. Nel 1943, si verificano i primi massicci scioperi, gli alleati sbarcano il 10 luglio in Sicilia, De Bono intuisce che la crisi militare è irreversibile, il 19 luglio Roma è sottoposta al  primo massiccio bombardamento aereo. […]

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.