Medaglia d’Oro al valor militare alla bandiera dell’Arma del Genio

Tenace, infaticabile, e modesta, scavando la dura trincea, o gittando per ogni ponte una superba sfida al nemico, riannodando sotto l’uragano del ferro e del fuoco i tenui fili onde passa l’intelligenza regolatrice della battaglia, lanciandosi all’assalto in epica gara coi Fanti, prodigò sacrifici ed eroismi per la grandezza della Patria (Campagna di Guerra 1915 – 1918)

Con questa splendida motivazione il 5 giugno 1920, veniva decorata con la Medaglia d’Oro al Valor Militare la bandiera di guerra dell’Arma del Genio per il valoroso contributo dato dagli appartenenti alla stessa durante la Grande Guerra. La Bandiera di guerra era stata concessa all’Arma con Regio Decreto legge del  23 dicembre 1900. Il nuovo ordinamento dell’Esercito del 1910, portò il Genio a disporre di 6 reggimenti: 2 di zappatori, 1 di telegrafisti, 1 di pontieri, 1 di minatori, 1 di ferrovieri oltre ad 1 battaglione specialisti.

Una miriade di nuove unità con nuove specializzazioni saranno create durante il primo conflitto mondiale, dove il Genio divenne protagonista della guerra di mine e nella posa di ostacoli attivi e passivi. Lagunari, fotoelettricisti, idrici, radiotelegrafisti, aerostieri, motoristi, lanciagas, elettricisti, idrici, pompieri, guide fluviali, manovratori, fotografi, teleferisti, colombaie fisse e mobili, trasmettitori. Molte di esse non sopravviveranno alle due guerre mondiali, le specialità attualmente in vita sono le seguenti:

  • Genio ferrovieri: si occupano di trasporto ferroviario: dell’esercizio delle linee militari, della realizzazione di nuovi raccordi/tratti ferroviari, delle opere connesse (ponti e gallerie) e della ricostruzione dopo attacchi nemici.
  • Genio guastatori: installazione esplosivi e disinnesco ordigni
  • Genio pionieri (Artieri sino al 1950)
  • Genio pontieri: si occupano di predisporre i passaggi su fiumi e corsi d’acqua in generale, e del traghettamento di truppe e munizioni.

Così definisce l’importanza dell’Arma del Genio il sito ufficiale dell’Esercito Italiano, importanza certificata dal fatto che unità dell’Arma sono state costituite a livello reggimentale:

Fra le Armi che si dedicano al supporto al combattimento, l’Arma del Genio riveste un’ importanza ed un ruolo assolutamente unici.
Capace di operare in prima linea anche davanti alla Fanteria per aprire varchi nelle opere difensive dell’ avversario, allo stesso modo può condurre demolizioni per ritardarne l’avanzata. Può gittare ponti di barche sui fiumi, costruire veri ponti sospesi o a più campate, ripristinare collegamenti ferroviari, aprire strade, costruire accampamenti.
La sua grande versatilità ne fa una pedina dalle molteplici capacità, e questa versatilità ha portato alla recente introduzione nelle Brigate del nostro Esercito di unità dell’Arma del Genio a livello ​reggimento in luogo delle preesistenti Compagnie Genio Guastatori.
​La capacità tecnica e l’abnegazione, tipiche caratteristiche dei Genieri, hanno caratterizzato la storia dell’Arma, impegnata spesso in interventi a supporto della popolazione colpita da calamità naturali.

Un pensiero riguardo “Medaglia d’Oro al valor militare alla bandiera dell’Arma del Genio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.