Il generale Hube predispone tre linee difensive sul fronte italiano

Il 15 luglio del 1943, attraversato il Volturno, la 56ª divisione inglese appartenente al X corpo britannico si ricongiunge alle altre unità della 5ª armata che stanno tentando di avanzare sul crinale che le divide dai fiumi Rapido e Garigliano. A nord del Volturno il XIV Panzerkorps tedesco del generale Hans Hube ha predisposto tre linee difensive fortificate.

Si tratta della cosiddetta linea Barbara, della linea Reinhard (Bernhardt), infine, la linea Gustav, il più solido dei tre schieramenti difensivi, dietro le linee, la 10ª armata del generale Vietinghoff con il XIV corpo corazzato del generarale Hube a sud e il LXXI corpo corazzato del generale Traugott Herr a nord.

La linea Barbara appena delineata, si sviluppava a circa 15 chilometri a sud della Linea Gustav, e alla stessa distanza a nord della Linea del Volturno, da poco abbandonata per portarsi proprio sulla Barbara, dopo l’ordine di ritirata impartito dal feldmaresciallo Kesserlingi il 12 ottobre 1943. La linea andava dal Monte Massico alle alture del Maltese passando attraverso Teano e Presenzano. Dopo quest’ultima, la linea Barbara fu la seconda ad essere utilizzata, in ordine cronologico, dai nazisti in ritirata.

La seconda, notevolmente più lunga e robusta, formata da un’ampia fascia di appostamenti fortificati difensivi, congiungeva la foce del Garigliano a Castel di Sangro, appoggiandosi ai monti la Difensa, Maggiore e Camino nella zona tra Presenzano e Sant’Ambrogio, e al Monte Sammucro, a ovest di Venafro. Venne raggiunta dai tedeschi a fine di ottobre, sotto la pressione alleata, dopo aver abbandonato anche la linea Barbara.

Più a nord si estende la terza e ultima linea difensiva quella meglio organizzata e solida , la linea Gustav,  che segue i fiumi Garigliano e Rapido appoggiandosi alle posizioni naturalmente fortificate di Montecassino, poi procede in direzione nord per terminare sulla costa adriatica a sud di San Vito passando attraverso Roccaraso e Casoli.

La Gustav sarà sfondata solamente il 18 maggio del 1944, dopo mesi di tremendo combattimenti che ebbero il fulcro nella zona dell’abbazia di Montecassino, Crollata la linea, a fronte dell’avanzata alleata e i tedeschi si dovettero attestare sulla linea Hitler, posta poco più a nord.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.