28 luglio 1914, inizia la Grande Guerra

Il 28 luglio 1914 l’Austria-Ungheria dichiara guerra alla Serbia, è l’inizio della Prima Guerra Mondiale, quella che verrà chiamata Grande Guerra, il più spaventoso conflitto nella storia dell’umanità.

Esattamente un mese prima, il  28 giugno del 1914 l’arciduca Francesco Ferdinando, erede al trono dell’Impero austro-ungarico, viene assassinato insieme a sua moglie a Sarajevo, dove si trovava in visita ufficiale. L’attentatore, Gavrilo Princip, è uno studente appartenente ad un gruppo irredentista bosniaco.

L'attentato di Sarajevo in un'illustrazione di Achille Beltrame
L’attentato di Sarajevo in un’illustrazione di Achille Beltrame

Per il governo austro-ungarico, la responsabilità è in gran parte della Serbia, un giovane stato in rapida crescita, nonché un punto di riferimento per il nazionalismo slavo (e dunque anti-austriaco) nei Balcani.

Con l’appoggio tedesco, il 23 luglio l’Austria impone un provocatorio ultimatum alla Serbia, chiedendo che l’inchiesta sull’attentato sia condotta da rappresentanti austriaci. In nome della propria sovranità nazionale, la Serbia rifiuta.

Si apre di fatto il primo conflitto mondiale.  Si attiva una complicata serie di alleanze su scala globale, che nel nel giro di qualche anno questo porterà ad entrare nel conflitto, i  paesi di tutti i continenti.

Il 29 luglio entrò in guerra la Russia, il 1 Agosto la Germania e il 3 agosto la Francia.
Seguito poi dalla parte dell’Alleanza dall’Impero ottomano (1914) e della Bulgaria (1915). Si delineavano così i due opposti schieramenti che si daranno battaglia per oltre 4 anni.

Da una parte gli Imperi centrali, noti anche col nome di Quadruplice Alleanza (Vierbund in tedesco), che comprendevano la Germania, l’Austria-Ungheria, l’Impero ottomano e il Regno di Bulgaria.

Dalla parte opposta la Triplice intesa che comprendeva la Gran Bretagna, la Francia e la Russia, a cui si uniranno immediatamente il Montenegro e il Giappone (interessato ai possedimenti tedeschi nel Pacifico e in Cina), seguiti dal Regno d’Italia (24 maggio 1915), dal Portogallo (1916), dalla Romania (1916), dagli Stati Uniti (1917), dalla Grecia (1917) e dalla Cina (1917).

Morti prima guerra mondiale.jpg

Oltre 70 milioni di uomini verranno mobilitati in tutto il mondo (60 milioni solo in Europa) di cui oltre 9 milioni caddero sui campi di battaglia; si dovettero registrare anche circa 7 milioni di vittime civili.

La guerra durerà 1.568 giorni e si concluderà con l’entrata in vigore dell’armistizio alle ore 11:00 dell’11 novembre 1918. Gli Imperi Centrali, austro.ungarico, tedesco e ottomano usciranno sconfitti e diverranno repubbliche dopo essere stati notevolmente ridotti nelle dimensioni.

Grazie per aver letto con tanta pazienza il nostro post, con la speranza che vogliate continuare a seguirci anche in futuro Vi salutiamo e diamo appuntamento al prossimo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.